«TUTTO BENE - Marydolls» la recensione di Rockol

Marydolls - TUTTO BENE - la recensione

Recensione del 20 feb 2017 a cura di Anna Gaia Cavallo

La recensione

“Tutto bene” è il nuovo album dei Marydolls, il terzo per la precisione. Per l’occasione, la band bresciana si è avvalsa della collaborazione di musicisti come Nicola Manzan agli archi, Daniela Savoldi al violoncello, Marco Giuradei al piano e alla fisarmonica, Paolo Blodio Fappani alla chitarra.

Questo lavoro nasce per celebrare il tempo che passa, i trent’anni, le nuove consapevolezze. È frutto di una nuova maturità, che porta la band a guardare le domande che la vita pone e che si accumulano nel tempo, senza l’affanno di trovare risposte.  Va “tutto bene”: basta ripeterselo, per convincersene, per non perdersi e per sentirsi vivi. Almeno secondo i Marydolls. Per gli scettici, per gli ascoltatori a cui non basta sentirselo dire una sola volta, arriva l’omonima traccia, che altro non è che tre minuti e quarantuno secondi di “Come va? Tutto bene.”, intervallato da pochi altri versi.

“Voglio essere giovane e stare bene, non male”: così esordisce l’album. E dimostra come l’avanzare degli anni si scontri con la voglia dei Marydolls di restare sempre giovani. “Tutto bene” è uno specchio della realtà. Fotografa situazioni, emozioni, pensieri. A partire da quanto sia facile perdersi e scegliere la strada più comoda, anziché quella giusta, in “C’è chi”; per arrivare a quanto parlare possa essere superfluo, in “La parolina giusta”, con “Ci diciamo parole come se fosse utile”. Verso la fine dell’album arriva anche una buona dose di ottimismo, con “Oggi mi butto”, un inno a non trovare scuse e buttarsi a capofitto nella vita per inseguire i propri sogni.

In questa panoramica dei testi, “Berlino” merita una menzione a parte. “Berlino c’è, ma Berlino è dentro di me”. Berlino non è una città, è un’idea: è la convinzione che possa esistere una città, un luogo, in cui poter stare bene sempre. La verità è che la felicità nasce da dentro ed è lì e solo lì che la si dovrebbe cercare. “Sono andato da un prete, dice guardati dentro, cerca quello che sei, cercalo lì dentro. Padre quello che vedo è tutto quello che manca”: ognuno dovrebbe diventare il proprio luogo sicuro, questo sembra essere il messaggio.

L’album abbandona il grunge che aveva caratterizzato i precedenti, per entrare nel mondo dell’indie-pop, che si unisce all’alternative rock, in brani come “Dimmi la verità” oppure “Rapina”, stile Ministri. Ci sono anche tocchi di synth pop e di elettropop, nella omonima “Tutto bene”, e accenni di folk rock, in “Oggi mi butto”.

“Se a vent’anni eri giovane e promettente ora devi mantenere le promesse”, hanno affermato i Marydolls.  Se loro promessa era quella di fare buona musica, l’hanno mantenuta. E quindi va “tutto bene”.

TRACKLIST

01. Voglio essere giovane (03:34)
02. Dimmi la verità (03:18)
03. D'estate al mare (02:53)
04. Lei dice (03:38)
05. Stelle cadenti (03:34)
06. Tutto bene (03:40)
07. Berlino (03:51)
08. C'è chi (03:53)
09. Oggi mi butto (03:06)
10. Rapina (03:50)
11. La parolina giusta (03:42)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.