«TUTTA COLPA MIA - Elodie» la recensione di Rockol

Quando le canzoni fanno la differenza: la recensione del nuovo album di Elodie

Reduce dal Festival di Sanremo 2017, Elodie pubblica il suo nuovo album in studio, "Tutta colpa mia". Il disco contiene 13 brani che uniscono atmosfere anni '60 a elementi tipici del new soul inglese, con qualche accenno di musica elettronica.

Recensione del 17 feb 2017 a cura di Mattia Marzi

La recensione

Quando ha al suo servizio le canzoni giuste, Elodie sa essere una grande interprete, dimostra di avere tutte le carte in regola per inserirsi nella tradizione delle grandi voci femminili della musica italiana. Ce lo ha dimostrato con "Un'altra vita" e ce lo ha confermato con la sua partecipazione al Festival di Sanremo: la cantante si è presentata in gara con "Tutta colpa mia", una canzone dal sapore retrò, molto anni '60, ispirata a una storia personale che ha raccontato agli autori e che questi hanno saputo trasformare in un abitino che Elodie indossa alla perfezione, con passaggi convincenti e sentiti sul palco dell'Ariston.  "Tutta colpa mia" è anche il titolo del nuovo album della cantante, che esce a distanza di appena otto mesi dal disco d'esordio e dal secondo posto ad Amici.

L'album contiene 13 pezzi le cui lavorazioni hanno visto confermata la squadra che aveva affiancato Elodie nel precedente disco: a partire dalla produzione, dove ritroviamo Luca Mattioni e Emma, che è la sua mentore anche dopo la trasmissione TV.

Insieme allo staff di Emma, la cantante ha cercato le sonorità che potessero accomunare le nuove canzoni con quelle del disco precedente ma che, al tempo stesso, potessero mostrare una crescita: la scelta è ricaduta su suoni che uniscono atmosfere anni '60 ad elementi tipici del new soul inglese, proprio come la canzone sanremese, con qualche strizzatina d'occhio al mondo dell'elettronica. I musicisti e gli autori sono appunto quelli che collaborano con Emma, nell'ultimo periodo: da Giovanni Caccamo a Zibba, passando per Alessandra Flora, Ermal Meta e Dario Faini, Giulia Ananìa e Amara,  Roberto Angelini (chitarrista, cantautore - storico collaboratore di Gazzé, Fabi e Silverstri e già in tour con la cantante salentina).

Gli episodi migliori del disco, quelli in cui Elodie conferma di essere un'interprete importante, sono quelli più acustici e in un certo senso "classici". "Giorni bellissimi", ad esempio, è una canzone che parla della paura di amare, di restare e di legarsi con una persona che Elodie interpreta con il giusto spessore. "La gelosia" è una canzone semplice che richiama la leggerezza di certe canzoni italiane degli anni '60, "La differenza" (tra i cui autori c'è anche Jack Jaselli e il suo chitarrisa Max Elli) ha un ritornello che funziona.

"La verità", il brano che chiude il disco, è quello più bello: parla di due persone che riconoscono che la loro storia è giunta al capolinea, che non c'è più amore e che forse, l'amore, non c'è mai stato o non ce n'è stato abbastanza. È la canzone in cui Elodie sembra ritrovarsi di più: lo si capisce dal modo in cui la interpreta, quasi sottovoce, in maniera intensa, con una punta di inquietudine. Quando ha al suo servizio le canzoni giuste, Elodie è davvero una grande interprete.

TRACKLIST

01. Tutta Colpa Mia (03:18)
02. Amarsi Basterà (03:18)
03. Fine (04:03)
04. Semplice (03:14)
05. Sono Pazza Di Te (03:20)
06. Verrà Da Sé (03:05)
08. La Differenza (03:58)
09. Giorni Bellissimi (03:20)
10. La Gelosia (03:01)
11. Una Favola Non E' (03:26)
12. La Cosa Che Rimane (03:47)
13. La Verità (03:52)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.