«SPOSTATO DI UN SECONDO - Marco Masini» la recensione di Rockol

Nel 2017 Marco Masini è 'spostato di un secondo'

Nel 2017 Marco Masini è 'spostato di un secondo'

Recensione del 14 feb 2017 a cura di Paolo Panzeri

La recensione

Il nuovo album di Marco Masini si intitola “Spostato di un secondo” come la canzone che ha presentato al recente festival di Sanremo. Il disco è composto da dodici brani, undici inediti più la bonus track (posta in coda) “Signor tenente”, cover della intensa canzone che Giorgio Faletti presentò sul palco di Sanremo nel 1994. Cover che Masini ha fatto sua in maniera del tutto egregia e proposto con successo sul palco del teatro Ariston nella serata del giovedì che da qualche anno a questa parte il festival della canzone italiana dedica alle cover. In due parole: “Spostato di un secondo” è una istantanea, riguardante la vita, che ha scattato Marco Masini dall’alto dei suoi 52 anni.

La storia del disco: “Spostato di un secondo” è l’undicesimo album di Marco Masini e viene a colmare un silenzio discografico che ormai stava durando da sei anni, infatti l’ultimo disco pubblicato sino ad oggi era “Niente di importante” del 2011. Il rischio che correva Masini era quello di scavare un solco temporale troppo profondo tra sé e il pubblico. Per lanciare le nuove composizioni Masini ha scelto la vetrina del festival di Sanremo che lo fece conoscere nel 1990 e che tanta fortuna ha portato alla sua carriera. E, crediamo, alla luce dell’ascolto di questo album, possa ancora portarne.

Come suona e cosa c’è dentro: “Spostato di un secondo” ci consegna - a distanza di quasi trenta anni da quando si rivelò con “Disperato” – un Marco Masini in ottima forma. Dal punto di vista musicale la novità più evidente è l’uso – seppur non esasperato  – dell’elettronica che, comunque, è posta al servizio dello ‘storytelling’. I testi delle canzoni sviscerano una volta di più il tema dell’amore e, in secondo luogo, dell’esistenza. E li sviscerano, una volta di più e non potrebbe essere altrimenti, con il lessico familiare a chi conosce l’opera del cantautore fiorentino. Quindi: rabbia, disillusione, insoddisfazione ma anche indomita speranza.

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga): La personalità e le caratteristiche di Marco Masini sono molto marcate e la sua carriera ha sin dall’inizio diviso gli ascoltatori tra quanti apprezzano il suo stile e quanti, invece, hanno più di una difficoltà a entrare in sintonia con il suo mondo. L’ascolto quindi è molto consigliato ai primi poiché “Spostato di un secondo” è senza dubbio un buon disco di Marco Masini. I secondi prevedibilmente vi gireranno alla larga per la medesima motivazione.

La canzone fondamentale: Il brano vetrina del disco è la title track “Spostato di un secondo” che oltre a regalare il titolo all’album è anche la canzone presentata sul palco del festival di Sanremo. E’ la canzone che racchiude il senso del suo intero lavoro: una riflessione sulle difficoltà del vivere e sul peso che può avere il caso nelle nostre esistenze al quale si può rispondere con la nostra disperata volontà di amare. Questo nuovo album del 52enne Marco Masini però non ha la sua forza nel singolo brano ma nell’intera raccolta delle canzoni che lo compongono.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.