Recensioni / 14 feb 2017

Ermal Meta - VIETATO MORIRE - la recensione

Ermal Meta e l'arte di scrivere canzoni pop: la recensione di 'Vietato morire'

Il cantautore pubblica il suo nuovo album in studio, intitolato come la canzone presentata in gara tra i big al Festival di Sanremo 2017, "Vietato morire": testi chiari, melodie e ritornello semplici: perché il saper scrivere canzoni pop è un'arte

Voto Rockol: 3.5 / 5
Recensione di Mattia Marzi
VIETATO MORIRE
Mescal (CDx2)

Ermal Meta è uno che le canzoni le sa scrivere bene: ce lo ha dimostrato nel corso degli anni, firmando belle canzoni incise da - tra gli altri - Annalisa, Marco Mengoni, Lorenzo Fragola e Emma. Lo scorso anno, quando è riuscito a conquistare - dopo vari tentativi - un posto tra i giovani in gara al Festival di Sanremo, ci ha dimostrato anche di avere qualcosa da dire in prima persona, mettendoci la faccia. "Odio le favole", la canzone sanremese dello scorso anno, ha rappresentato il primo capitolo di quello che potremmo definire un progetto discografico in due tempi, cominciato lo scorso anno con "Umano" (l'album d'esordio come solista) e completato ora con "Vietato morire".


Non a caso, in concomitanza con la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2017, dove ha gareggiato tra i big, il cantautore pubblica un doppio disco che contiene sia "Umano" che nove canzoni nuove e che raggiunge il mercato al prezzo di un unico album.

Al Festival, quest'anno, Ermal Meta ha presentato "Vietato morire": una filastrocca rock con un testo duro e autobiografico, che racconta di un padre violento, di un figlio che cresce e di una madre che immagina l'uomo che diventerà il suo bambino. Quando l'ha finita di scrivere, Ermal non ha pensato di cederla neanche per un momento: quelle parole voleva cantarle lui. E le ha cantate sul palco più importante della musica italiana, riscuotendo un buon successo: il cantautore se ne torna a casa con la medaglia di bronzo, il Premio della Critica e anche il Premio alla miglior esibizione per la serata delle cover (ha cantato "Amara terra mia" di Modugno - non è nel disco, ma la si può ascoltare in esclusiva su TIMusic).

"Vietato morire", il nuovo disco, non è un concept album, ma le canzoni sono tutte legate al pezzo sanremese da un filo conduttore: "Raccontano la vita che va preservata, non messa in pericolo", ha spiegato il cantautore. Inoltre, ogni pezzo di è collegato emotivamente a una canzone di "Umano": "Vietato morire", per fare un esempio, rappresenta una sorta di prequel di "Lettera a mio padre", una canzone del precedente disco che parla di cicatrici sulla schiena e di un cognome da portarsi dietro.

I nove pezzi contenuti nell'album sono tutti scritti - testo e musica - da Ermal Meta, ad eccezione di "Voodoo love" (scritta con Roberto Cardelli), "La vita migliore" (scritta con Vicio dei Subsonica) e "New York" (scritta con Marco Montanari). Musicalmente parlando, sono canzoni tra loro eterogenee: ci sono sia pezzi dalle sonorità acustiche e scarne come "Piccola anima" (un emozionante duetto con Elisa su un ritmo ternario) e "Voce del verbo", sia canzoni più prodotte e dai suoni più elettronici come "Bob Marley", "La vita migliore" e - soprattutto - "Rien ne va plus" (che potrebbe essere una rivelazione, in radio).

Il miglior complimento che si possa fare a Ermal Meta è quello di scrivere canzoni che non hanno pretese importanti se non quella di arrivare a quanta più gente possibile con il linguaggio diretto delle canzoni "pop", nel senso positivo del termine: testi chiari, melodie semplici, ritornelli orecchiabili. Questi sono gli ingredienti di base e Ermal è davvero bravo a mischiarli per sfornare cose belle.

TRACKLIST

#1
01. Odio le favole - (03:24)
02. Gravita con me - (03:54)
03. Pezzi di paradiso - (03:28)
04. A parte te - (04:38)
05. Umano - (03:56)
06. Volevo dirti - (03:21)
07. Bionda - (03:18)
08. Lettera a mio padre - (03:53)
09. Schegge - (05:22)

#2
01. Vietato morire - (03:31)
02. Ragazza Paradiso - (03:39)
03. Piccola anima (feat. Elisa) - (03:41)
04. Bob Marley - (03:00)
05. La vita migliore (feat. Vicio) - (03:26)
06. New York - (03:14)
07. Voodoo Love - (03:52)
08. Rien ne va plus - (03:03)
09. Voce del verbo - (06:13)