«AFRO CUBAN ALL STARS - DISTINTO, DIFERENTE - Juan De Marcos» la recensione di Rockol

Juan De Marcos - AFRO CUBAN ALL STARS - DISTINTO, DIFERENTE - la recensione

Recensione del 24 dic 1999

La recensione

Secondo volume della saga dedicata alla musica cubana organizzata e orchestrata dal maestro Juan De Marcos Gonzales, già direttore musicale e coordinatore del progetto Buena Vista Social Club. “Distinto, diferente” segue, a distanza di due anni, il primo volume del progetto Afro Cuban All Stars, intitolato “A toda Cuba le gusta”, ma sembra privilegiare atmosfere musicali più recenti rispetto a quelle del suo predecessore. Siamo sempre nel campo della musica cubana tradizionale, per carità, eppure ci sono dei brani in cui si avverte maggiormente un’attenzione maggiore alla parte ritmica piuttosto che alla melodia e a un certo formalismo tipico della famosa musica isolana, dando spazio a ritmi affermatisi soltanto di recente, come il timba-son. La formazione preferita da De Marcos in questo suo secondo esperimento è quella della big band (quattro trombe, due tromboni, piano, basso, tres, sezione percussioni composta da timbales, congas, bongos, maracas, guïro e un coro), ma non mancano episodi dedicati alla musica del septeto tradizionale o appannaggio di line up composte quasi esclusivamente da percussionisti. Le composizioni sono firmate in parte da De Marcos stesso, in parte tratte da una delle tradizioni musicali più generose che la storia ricordi, quella cubana, per l’appunto. Eccellente il cast che compone l’Afro Cuban All Stars, con cantanti come Ibrahim Ferrer, Manuel “puntella” Licea, una sezione fiati ormai affermata come quella composta da Guajiro Mirabal e Jesùs “Aguaje” Ramos, e poi ancora il piano di Ruben Gonzales, la ritmica di Barbarito Torres e Cachaito Lopez, la voce femminile e leggendaria di Omara Portuondo. L’Afro Cuban All Stars continua a convincere: bastano brani come la title-track, oppure “Reconciliacion”, o ancora “Al vaivén de mi carreta” – con la splendida voce di Ibrahim Ferrer - per rendersene conto. Il cuore di Cuba batte in questo disco. Un album molto più attuale di “Buena Vista…” e speriamo altrettanto fortunato.

TRACKLIST

01. Distinto, diferente
02. Tumba palo cocuyé
03. Tributo al Niño Rivera
04. Reconciliaciòn
05. Variaciones sobre un tema desconocido
06. Al vaivén de mi carreta
07. Gandinga, Mondongo Sandunga
08. Huellas del pasado
09. Warariansa
10. Homanaje a Martha Valdés
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.