«THE SEARCH FOR EVERYTHING - WAVE ONE - John Mayer» la recensione di Rockol

Le prime canzoni di John Mayer in 3 anni: "The Search for Everything"

John Mayer è tornato, con il primo di una serie di EP che usciranno nel 2017: la recensione

Recensione del 24 gen 2017 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Negl ultimi anni John Mayer si è letteralmente rimesso in carreggiata e si è ricostruito una credibilità, dopo essersela distrutta a suon di gossip e notizie basate sulle sue avventure sentimentali più che sulla sua musica. Gli ultimi due album, "Born and raised" (2012) e "Paradise valley" (2013) lo hanno riportato alle radici, letteralmente, un suono essenziale e una scrittura pulita. Tra il 2015 e il 2016 è andato in tour con i Dead & Company, ovvero quel che resta dei Grateful Dead. E lo ha fatto con umilltà, mettendosi al servizio di una delle istituzioni del rock americano, conquistando anche gli esigentissimi DeadHead, o chi aveva dubbi sul fatto che si potesse anche solo avvicinare al ruolo che fu di Jerry Garcia.

Nel 2017 sarà di nuovo in tour con il gruppo durante l'esyaye, ma intanto negli ultimi mesi ha lavorato alla prima musica da solo in quasi 4 anni, che uscirà sotto forma di una serie di EP, che andranno a formare l'album "The Search for Everything". 

La "wave one" è composta da quattro canzoni, di cui la più interessante è la prima, "Moving on and getting over", un brano dalle influenze r 'n' b, con uno stupendo groove sostenuto dalla chitarra e una bella melodia. Più trascurabili le altre due succesive canzoni, che marcano un abbandono del roots-rock degli ultimi due dischi e un ritorno ad una canzone decisamente più pop e mainstream. In particolare "Love on the weekend" (diffusa come singolo alla fine del 2016) è molto melodica e leggerina. Bella la finale "You're Gonna Live Forever in Me" più intimista, quasi alla Randy Newman per il piano minimale su cui si sostiene.

Difficile dire quale sarà la direzione del "nuovo" John Mayer, a giudicare da queste canzoni, e come che risultati darà la sua "Ricerca del tutto", e soprattutto se questa strategia degli EP funzionerà oppure no.  Per il momento appare un po' dispersiva, come la scelta delle canzoni con cui ripresentarsi al suo pubblico. Quattro canzoni che ci ricordano la sua bravura, ma anche che prendono un po' di distanza dalle ultime, bellissime pubblicazioni.

TRACKLIST

02. Changing (03:33)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.