«SONGS FROM MY IMAGINARY YOUTH - Are You Real?» la recensione di Rockol

Are You Real?: leggi qui la recensione del nuovo "Songs from my imaginary youth"

Arrivato al traguardo dei dieci anni di carriera, Andrea Liuzzi AKA Are You Real? Torna con un nuovo album all'insegna di un folk fiabesco e molto raffinato.

Recensione del 12 gen 2017 a cura di Marco Jeannin

La recensione

… nel complesso il disco è la colonna sonora di quella che mi appare come un’intera stagione della vita, senz’altro la mia ma forse anche quella di altri, che potrei chiamare giovinezza…”.

L’arpeggio delicato di “I kissed Alice” rappresenta il cuore del songwriting targato Are You Real?, nome di battesimo Andrea Liuzza. Il musicista veneziano, esordiente nel 2006 con il più che interessante “Countless ways for pressing flowers”, festeggia i dieci anni di cantautorato alternativo con un album che somiglia quasi ad una raccolta di favole. Favole che, come da tradizione e regolamento, hanno alcuni momenti più sognanti (“There was a man”/ “Behind your eyelids”), altri epico/catartici (“Run” e il singolo “We are the wild things”) e parentesi quasi cupe (“Song for a stranger”), il tutto sempre caratterizzato da una coerenza stilistica fondamentale quasi invidiabile: quello di Liuzza è un folk ormai consolidato, che in questo nuovo episodio si avvale tanto del supporto dell’Indie quanto di atmosfere più tipicamente alternative e arrangiamenti di derivazione psichedeliche (vedi la più che ottima “Shaman punk”), virate in un contesto che mantiene sempre tendenzialmente quieta la linea di galleggiamento.

“Songs from my imaginary youth” è tutto questo, un bel disco che Liuzza ha letteralmente partorito nella sua totalità, suonando tutti gli strumenti e curando il mix finale delle tracce. Una bella presa di responsabilità che si è poi tradotta in un lavoro sicuramente degno di nota. Per gli amanti dei Mumford and Sons e di Phil Elverum.

TRACKLIST

01. Song for a Stranger (03:54)
02. We Are the Wild Things (04:03)
03. Run (03:59)
04. Behind Your Eyelids (04:08)
05. Shaman Punk (04:53)
06. There Was a Man (03:52)
07. The Great Unknown (04:57)
08. I Kissed Alice (03:31)
09. I Don't Wanna Die Young (03:49)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.