«NON SI FANNO PRIGIONIERI - Sal Da Vinci» la recensione di Rockol

Sal Da Vinci e Renato Zero, la coppia che non ti aspetti

Il nuovo album di Sal Da Vinci, "Non si fanno prigionieri", vanta la direzione artistica di Renato Zero. Ma funziona, questa intesa?

Recensione del 01 gen 2017 a cura di Redazione

La recensione

 

La storia del disco:
Sal Da Vinci non pubblicava un album in studio da due anni: l'ultimo, "Se amore è", era uscito nel 2014. Di musica nuova, però, il cantautore ne aveva fatta ascoltare: sempre nel 2014, infatti, era stato pubblicato l'album "Stelle a metà", realizzato insieme ad artisti vari e dal disco, nel corso del 2015, erano stati estratti un paio di singoli, "Sto cercanno ancora" (con Andrea Sannino) e "Funky Christmas" (con Tullio De Piscopo). Per Sal Da Vinci, dunque, era arrivato il momento di tornare alla musica, in studio, a registrare nuove canzoni per un nuovo disco. Mentre il cantautore stava cominciando a mettere a punto le idee e gli spunti per le nuove canzoni, insieme a Maurizio Fabrizio, quest'ultimo lo ha avvicinato a Renato Zero. Sal gli ha fatto ascoltare un provino, Zero ne ha chiesti altri: "Tra le tante altre cose, mi ha soprattutto insegnato ad essere più semplice e diretto per farmi capire da tutti e di questo non posso che ringraziarlo", ha raccontato Sal. E alla fine il cantautore romano ha assunto la direzione artistica del nuovo album in studio del collega, scegliendone anche il titolo, "Non si fanno prigionieri": "Crede fortemente che ci sia bisogno di allontanarsi da quella parte del mondo virtuale che ci ha imprigionati in un uso improprio di cellulari, tablet, computer ma anche previsioni del tempo, allontanandoci dai contenuti veri", ha spiegato Da Vinci.



Come suona e cosa c’è dentro:
Il nuovo album in studio di Sal Da Vinci contiene 10 brani: 9 inediti e una cover, quella di "Amico che voli" di Claudio Mattone e Franco Migliacci. La mano di Renato Zero si sente: le canzoni sono dirette, parlano di amore, di amici e anche dell'Italia. Anche negli arrangiamenti si percepisce lo sguardo attento di Zero: "È ancora vita" è un samba malinconico in versione pop, "Dettagli" ha un'apertura orchestrale nel ritornello tipica di certi pezzi sontuosi alla Renato Zero, "Meravigliosamente" ricorda per certi versi "Cercami". Tra gli autori delle canzoni, oltre a Renato Zero, ci sono anche lo stesso Maurizio Fabrizio, Vincenzo Incenzo, Saverio Grandi, Gianluca Podio, Luca Chiaravalli e Luca Sala.

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga):
L'intesa è curiosa: da un lato un artista che con le sue canzoni e la sua musica ha rivoluzionato la musica italiana, dall'altro un cantautore piuttosto classico che nel corso della sua carriera ha unito la tradizione della canzone napoletana con atmosfere più contemporanee e moderne. C'è un solo rischio: che la mano di Renato Zero possa aver nascosto del tutto quella di Sal Da Vinci.

La canzone fondamentale:
A proposito della collaborazione con Renato Zero, Da Vinci ha detto: "È scattata subito quell'intesa artistica che oggi rappresenta l'essenza al centro di questo mio nuovo lavoro". E allora il pezzo fondamentale del disco non può che essere il duetto tra i due in "Singoli".

TRACKLIST

01. Qualcuno che mi ami (03:17)
02. É ancora vita (04:12)
03. Dettagli (03:36)
04. Meravigliosamente (04:29)
05. D’istinto e di cuore (03:15)
06. Singoli (04:47)
07. Bella Italia (03:40)
08. Puri diamanti (03:56)
09. É mezzanotte (03:46)
10. Amico che voli (03:24)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.