«NOT THE ACTUAL EVENTS - Nine Inch Nails» la recensione di Rockol

L'EP (quasi) a sorpresa dei Nine Inch Nails: "Not the actual events"

Più cupi che mai, sono tornati i Nine Inch Nails: nell'EP ci sono anche Dave Grohl e Dave Navarro

Recensione del 27 dic 2016 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

La notizia non è la pubblicazione (quasi) a sorpresa: negli anni i Nine Inch Nails ci hanno abituato a iniziative ben più radicali, dal distribuire la loro musica nascondendo chiavette USB nei bagni dei locali dove suonavano, o regalare intere discografie tramite file-sharing, salvo poi tornare, per "Hesitation marks" del 2013, ad una major. "Not the actual events" è stato pubblicato il 23 dicembre, annunciato pochi giorni prima e distribuito in autonomia sul proprio sito (e sulle piattaforme). In contemporanea, i NiN hanno messo in vendita una versione-monstre di "The fragile" e ristampe in vinile della propria discografica. 

No, le notizie sono altre. La prima è che i NiN ora sono due. Erano una one-man band, anzi un one-man brand, con musicisti di contorno. A questo giro Reznor ha annunciato tramite il sito che Atticus Ross è ufficialmente un membro del gruppo.
Ross non è uno qualsiasi, ma il "partner in crime" di Reznor da una decina d'anni: ha collaborato a tutti i dischi dei NiN da "With teeth" del 2005, ma soprattutto ha cofirmato le colonne sonore assieme a Reznor, compresa "The social network", che è valsa l'Oscar.

Il cambio di passo si sente. Perché “Hesitation marks” era un album splendidamente conservatore, riconoscibile e classico.  Mentre "Not the actual events" è più duro, più cupo e claustrofobico. E trattandosi dei NiN, già cupi e claustrofobici di loro, immaginatevi un po'...

"Unfriendly", "Unrecognizable", "A left turn": sempre sul sito le parole usate da Reznor sono forti. No, non è così irriconoscibile: i marchi sonori dei NiN ci sono tutti. Manca semmai la forma canzone: "Branches/Bones" dura meno di 2 minuti, "She's gone away" sono invece 6 minuti di flusso sonoro, beats, rumori, voci. L'unica canzone-canzone è il punk elettronico di "The idea of you", in cui si sente forte e chiara la presenza di Dave Grohl alla batteria a dare una struttura e un tiro più rock al brano, sporcato da una voce distorta che si apre solo nel ritornello. La chiusura con  "Burning Bright (Field on Fire)" è un ritorno al rumorismo claustrofobico, in cui si sentono le svisate alla chitarra di Dave Navarro.

"Fairly impenetrable", scrive sempre Reznor sul sito. Sì, i NiN a loro modo rimangono riconoscibili ma sempre un po' misteriosi. Non è dato sapere come si evolverà il gruppo, se ci sarà un seguito, un tour. Pare Reznor voglia pubblicare altra musica nel 2017 - l'aveva già fatto anche per il 2016, ma è arrivata davvero in zona Cesarini. I NiN vanno presi per quello che sono e questo non è esattamente il disco per allietarvi le vacanze di Natale, ma conferma l'identità unica di una delle più grandi menti musicali degli ultimi 20 anni.

 

TRACKLIST

01. Branches/Bones (01:46)
02. Dear World, (04:06)
03. She's Gone Away (05:59)
04. The Idea of You (03:27)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.