«STEREOKILLING - Kiave» la recensione di Rockol

Kiave - STEREOKILLING - la recensione

Recensione del 21 dic 2016 a cura di Fabrizio Zanoni

La recensione

Kiave è uno che crede fortemente in quello che fa. Ha una sua visione definita del rap che usa non solo come formula comunicativa personale ma anche per divulgare la cultura hip hop in ambiti diversi da quelli tradizionali. E' andato a tenere delle lezioni al Cet di Mogol ("ma non ci tornerei più"), ma soprattutto ha tenuto corsi di scrittura creativa in carcere ("una esperienza immensa, vieni a contatto con realtà drammatiche, per i ragazzi del Beccaria ero anche diventato un confessore").

A meno di un anno da "StereoTelling" arriva "StereoKilling", ep di 7 tracce disponibili solo in versione digitale. Kiave torna alle punchline con metriche dirette e un suono più sporco: in rete potete già trovare il video del primo estratto "Mani sporche" per farvi un'idea più precisa dello stile usato. Ai suoni troviamo il siciliano Gheesa, già autore della bella base di "Amarcord 2.0" di Picciotto già recensito su queste pagine.

Ospiti del disco Don Diegoh, Blo/B e Reiven (ultimo vincitore dello storico contest "Tecniche Perfette" in cui Kiave era in giuria).

"Come canto in un brano, per molti il rap è diventato un brand io voglio restare un Mc. Far capire che moderno non è sinonimo di Trap", spiega. In "Asociale" Kiave omaggia anche l'amico Primo Brown scomparso l'1 Gennaio 2016: "Quando sono arrivato a Roma è stato il primo ad accogliermi, ho imparato tantissimo da lui, ti faceva amare Roma quando la scena romana faceva di tutto per farsi odiare. Milano è più semplice, l'unica cosa che non digerisco qui è la cultura dell'apparire. La scomparsa di Primo non è facile da accettare".

Nel disco Kiave fa un diss diretto ad un suo nemico storico, Frankie Hi Nrg: "Non l'ho mai potuto sopportare. In 'Mani sporche' cito 'Fight da Faida' perchè fece quella strofa del cazzo "Cosenza, Potenza carne morta in partenza". Io sono di Cosenza e la cosa ci fece arrabbiare perchè inserì Cosenza senza motivo, solo per chiudere una rima."

L'Ep ribadisce concetti noti della filosofia di Kiave, una di queste l'indipendenza: "Il mio no alle major è aprioristico. Non ci voglio lavorare e per dirla tutta oggi come oggi non credo nemmeno di interessargli. Amo fare le cose per i fatti miei, come dico nel disco ho provato anche l'esperienza degli InStore ma non è pane per i miei denti. Per me fare promozione ad un disco è esibirmi, non fare un photobook."

Tornando al disco: "Mani sporche" è il brano più duro e diretto, "Fatti la squadra" ha un buon triplo featuring con tecniche e metriche differenti mentre "Eva Braun" che chiude l'Ep è l'unico brano del disco prodotto da Freshbeat, canzone che era rimasta fuori dal disco precedente. Nel complesso "StereoKilling" conferma quanto già pensavamo di Kiave e lo stesso succederà a voi. Chi ama il suo stile di scrittura e il non fare ricorso all'autotune troverà il disco una buona costola di completamento del precedente.  

 

TRACKLIST

01. Mani sporche (03:08)
02. Serial killer (03:27)
03. Uccidimi (03:56)
04. Fatti la squadra (feat. Don Diegoh, Blo/B, Reiven) (04:08)
05. Il tempo uccide (02:43)
06. Asociale (03:17)
07. Eva Braun (Soundclown) (03:13)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.