«PART TIME SPIES - Ramona Flowers» la recensione di Rockol

I Ramona Flowers e il fascino degli anni '80: ecco il nuovo album 'Part time spies'

Il quintetto britannico, tra i nomi di punta della nuova scena indipendente del Regno Unito, pubblica il nuovo album "Part time spies", che è totalmente immerso nei suoni sintetici degli anni '80.

Recensione del 07 gen 2017 a cura di Redazione

La recensione

La storia del disco:
I Ramona Flowers, originari di Bristol, sono una delle band di punta della nuova scena indipendente britannica. Nel corso della sua carriera fino ad oggi, il quintetto composto da Steve Bird, Ed Gallimore, Dave Betts, Sam James e Wayne Jones ha pubblicato due EP ("Dismantle" del 2012 e "Lust and lies" del 2013) e un LP ("Dismantle and rebuild", 2014). Ora arriva questo "Part time spies", che è a tutti gli effetti il secondo album in studio della band.



Come suona e cosa c’è dentro:
Il disco è stato prodotto da Chris Zane, americano ma londinese di adozione, già collaboratore di - tra gli altri - Passion Pit, St. Lucia, Holy Ghost! e Friendly Fires. 11 sono i brani contenuti all'interno di "Part time spies", che a livello di sonorità si ispirano parecchio alle colonne sonore anni '80. La presenza di Chris Zane, infatti, ha portato con sé un elemento musicale molto importante: il Juno, un synth della Roland che i Ramona Flowers hanno usato parecchio durante le registrazioni del disco. Le melodie ai sintetizzatori e i bassi potentissimi sono la cifra stilistica principale del disco, potremmo dire.

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga):
Lavorare con Chris Zane non ha portato grosse modifiche alla scrittura della band, che è rimasta più o meno la stessa del precedente album. Quindi, se vi erano piaciuti i Ramona Flowers di "Dismantle e rebuild", sicuramente non vi dispiacerà questo nuovo album della band.

La canzone fondamentale:
La traccia conclusiva, "Cold of the night", sembra sintetizzare l'intero disco: i sintetizzatori che dominano la scena in un brano che parla del cercare una via di fuga in un periodo di buio totale.

TRACKLIST

#1
01. Dirty World (04:40)
02. Skies Turn Gold (04:02)
03. Start To Rust (03:58)
04. Part Time Spies (03:18)
05. Midnight Express (02:56)
06. Run Like Lola (03:20)
07. Hurricane (04:28)
08. My Weirdo (02:38)
09. Designer Life (03:06)
10. Sharks (03:52)
11. Cold Of The Night (03:49)

#2
01. Run Like Lola
02. Designer Life
03. Skies Turn Gold (04:01)
04. Midnight Express
05. My Weirdo
06. Cold Of The Night
07. Dirty World (04:39)
08. Part Time Spies
09. Hurricane
10. Sharks
11. Start To Rust
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.