HAVANA MOON

Universal (CDx2)

Voto Rockol: 4.0 / 5

di Gianni Sibilla

"Havana moon" è il 22° album dal vivo dei Rolling Stones. Arriva a 50 anni quasi esatti da "Got Live If You Want It!" (dicembre '66), 3 settimane prima di "Blue & lonesome", primo disco di studio in 11 anni. Quest'anno era già uscito "Totally stripped", versione espansa del live semi-acustico del '95. Ma non fatevi distrarre: è, per molti versi, uno degli album dal vivo più importanti della storia della band.

Il vero predecessore di "Havana moon", più che i vari "bootleg ufficiali" pubblicati negli anni (o uscite interessanti ma minori come lo "Sticky fingers live del 2015), è “Sweet Summer Sun – Live in Hyde Park” (2013), come "Havana moon", film concerto diretto da Paul Dugdale, tratto da un grande evento.  Anche "Havana moon" esce in vari formati: edizione DVD standard, edizione Blu-ray, edizione DVD e doppio CD, edizione DVD e triplo LP, Digital video e Digital audio, oltre ad una deluxe edition contenente il DVD, il Blu-ray e due CD.

Ma un concerto a L'Avana non è paragonabile ad uno ad Hyde Park. E' la portata storica a giustificare l'enfasi su questa uscita: il 25 marzo 2016, il gruppo guidato da Mick Jagger ha suonato a Cuba, di fronte a 130.000 persone. Non è stato il primo rock-show sull'Isola caraibica, ma è arrivato in un un anno talmente significativo da diventare di portata storica: in meno di sei mesi, tra settembre 2015 e marzo 2016, a Cuba sono arrivati il Papa, Obama. E gli Stones.

Non è scontato che i grandi eventi producano grandi concerti, però. La storia del rock è piena di album dal vivo tratti da momenti storici. Ma anche di grandi eventi che musicalmente hanno generato flop musicali clamorosi: i Grateful Dead a Woodstock (uno dei peggiori concerti della loro carriera), i Led Zeppelin al Live Aid.

Invece “Havana Moon” è un grande film ed un grande album dal vivo. Le fidate mani di Paul Dugdale hanno costruito un film che lascia poco spazio alle chiacchiere (solo all'inizio, un'intervista a quattro) e molto alla musica, fin dall'apertura con “Jumpin’ Jack flash", in cui si alternano band e  pubblico. Per non parlare della regia audio, perfetta sui pezzi più veloci, quanto nella jam di “Midnight rambler”, per fare un esempio tra i tanti.

"Havana moon" mostra una band che, con decenni di carriera sulle spalle, è in stato di grazia musicale, e non stupisce che dopo un periodo passati on the road per celebrare i 50 anni, sia andata avanti ancora e poi entrata in studio. "Honky tonk woman" è suonata in una maniera talmente fresca che - a sentire anche solo l'audio - sembra che la band abbia sì l'esperienza di decenni, ma anche la voglia di un gruppo alle prime armi. "Sympathy for the devil" è spettacolo puro, perfetta in ogni dettaglio, dal groove ai cori del pubblico, alla voce di Jagger. Per non parlare del finale su "You can't always get what you want", epico e commovente, ma anche trascinante con l'accellerazione gospel.

Insomma, "Havana moon" è "best of both worlds": da un lato, la documentazione di una serata che ha fatto storia. Dall'altro la documentazione di un band che dopo più di 50 anni non molla di un millimetro la sua posizione.

TRACKLIST

01. Jumpin' Jack Flash - Live - (04:46)
02. It's Only Rock 'N Roll (But I Like It) - Live - (04:35)
03. Tumbling Dice - Live - (05:03)
04. Out Of Control - Live - (07:13)
05. All Down The Line - Live - (05:22)
06. Angie - Live - (03:29)
07. Paint It Black - Live - (05:32)
08. Honky Tonk Woman - Live - (04:57)
09. You Got The Silver - Live - (03:29)
10. Before They Make Me Run - Live - (04:02)
11. Midnight Rambler - Live - (15:29)
12. Miss You - Live - (08:20)
13. Gimme Shelter - Live - (08:04)
14. Start Me Up - Live - (04:21)
15. Sympathy For The Devil - Live - (07:55)
16. Brown Sugar - Live - (07:13)
17. You Can’t Always Get What You Want - Live - (08:57)
18. (I Can't Get No) Satisfaction - Live - (10:28)