«NON SOLO LEALI - Fausto Leali» la recensione di Rockol

Fausto Leali - NON SOLO LEALI - la recensione

Recensione del 20 ott 2016

La recensione

di Redazione

La storia del disco:
A sette anni dall'uscita dell'ultimo disco "Una piccola parte di te", il cantante di Nuvolento torna sulle scene con un nuovo album in studio": "Non solo Leali". Si tratta di un disco le cui lavorazioni hanno visto Fausto Leali condividere lo studio di registrazione con alcuni amici e colleghi per una serie di duetti sulle note di canzoni non necessariamente tratte dal suo repertorio. Il disco è stato anticipato dal singolo "A chi mi dice", duetto con Mina sulla versione in lingua italiana di "Breathe easy" dei Blue, con testo di Tiziano Ferro.





Come suona e cosa c’è dentro:
Il progetto è nato due anni fa, nel 2014, e avrebbe dovuto festeggiare i 70 anni di Fausto Leali: le lavorazioni, però, sono durate due anni e il disco, di conseguenza, si è trasformato in un progetto diverso rispetto a un disco di celebrazione della carriera di Leali. E infatti, in "Non solo Leali", sono contenute canzoni di altri cantanti: l'unica eccezione è rappresentata dal duetto con Clementino su "Vierno", canzone che Leali portò al successo nel 1975 e che ora il cantante ha rivisitato insieme al rapper partenopeo. Gli ospiti del disco sono Francesco De Gregori (con il quale il negro bianco della musica italiana duetta su "Sempre e per sempre"), Alex Britti ("Lo zingaro felice"), Umberto Tozzi ("Vita", classico firmato da Mogol e Lavezzi per Dalla e Morandi), Renzo Arbore ("Crazy", cover del bluesaccio di Willie Nelson, qui rielaborato in chiave jazz), Enrico Ruggeri ("Gianna"), Tony Hadley ("Quando ami una donna", cover metà in italiano e metà in inglese di "When a man loves a woman"), Clementino (la già citata "Vierno"), Massimo Ranieri ("Io che non vivo senza te") e Claudio Baglioni ("Solo lei").

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga):
Proprio perché non è un disco che celebra la carriera di Leali, "Non solo Leali" può farsi apprezzare non solo dai suoi fan, ma anche dagli appassionati della musica italiana. Realizzare dischi di duetti sta diventando un'abitudine un po' troppo diffusa, nella discografia italiana, non lo si può negare: ma nella maggior parte dei casi sono progetti che funzionano per rientrare "in carreggiata", per rimettersi in pista. Funziona anche per Fausto Leali, che non pubblicava un disco in studio da sette anni e che con questo disco torna sulle scene facendo una bella figura.

La canzone fondamentale:
I pezzi essenziali sono tre: il duetto con Mina su "A chi mi dice" è emozionante ed esplosivo, ed è la traccia migliore del disco. Gli altri due sono il duetto con Massimo Ranieri su "Io che non vivo (senza te)", perché riporta Leali alle sue radici, alla sua generazione, ai classici italiani. E quello con Clementino, perché porta Leali a confrontarsi con un cantante di una generazione molto lontana dalla sua.

TRACKLIST

01. A Chi Mi Dice (04:16)
02. Sempre E Per Sempre (03:27)
03. Lo Zingaro Felice (03:35)
04. Vita (03:39)
05. Crazy (04:41)
06. Gianna (03:55)
08. Vierno (03:19)
09. Io Che Non Vivo (Senza Te) (03:15)
10. Solo Lei (04:23)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.