«THE BEST OF DAVID GRAY - David Gray» la recensione di Rockol

David Gray - THE BEST OF DAVID GRAY - la recensione

Recensione del 18 ott 2016 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

David Gray è uno grande cantautore: ormai quasi 20 anni fa è stato tra i primi a portare al successo la formula "chitarra acustica + elettronica", ai tempi di "Babylon" e dell'album "White ladder" (sei milioni di copie). Da allora, ha continuato a produrre buoni dischi, ma senza mai ripetere il successo. Ecco una buona occasione per riscoprirlo.

La storia del disco

L'ultimo album di studio di Gray è "Mutineers" del 2014, mentre questo è il secondo greatest hits, dopo quello del 2007: è stato annunciato pochi giorni fa, quasi a sopresa. Celebra i 25 anni di carriera del cantante, che sta lavorando ad un nuovo album, e portando in giro un show acustico - non in Italia, purtroppo, dove non passa da più di 10 anni.
 

Come suona e cosa c’è dentro

Due inediti, "Smoke without fire" ed "Enter lightly", che arrivano dalle sessioni del nuovo album e sono prodotti da Andy Barlow dei Lamb. Delicato il primo, più elettronico e movimentato il secondo. E poi alcuni classici reincisi in nuove versioni, tra cui proprio "Babylon", il singolo del successo. La raccolta esiste anche in una versione deluxe con un secondo CD che contiene canzoni meno note scelte da Gray e qualche rarità. E in streaming l'album è stato proposto come "playlist dinamica", aggiornata una volta alla settimana

Perché ascoltarlo (o perché girare alla larga)

Voce calda, espressiva e graffiante. Ottime canzoni. Se non conoscete Gray, e vi piacciono i cantautori, dovete scoprirlo subito, e poi passare ai suoi dischi. Se già lo conoscete, i due inediti sono ottimi, e c'è modo di mettere le mano su cose meno note.
 

La canzone fondamentale

"Babylon" e "Please forgive me", dallo stesso album. "Babylon" oggi forse non otterrebbe più lo stesso successo, ma è l'esempio perfetto della bravura di Gray.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.