«LIVE - ASSAGO MILAN, ITALY - 9.19.16 - DIGITAL DOWNLOAD - Who» la recensione di Rockol

Who - LIVE - ASSAGO MILAN, ITALY - 9.19.16 - DIGITAL DOWNLOAD - la recensione

Recensione del 23 set 2016 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Anche gli Who pubblicano le registrazioni ufficiali dei loro concerti. L'hanno fatto per i tour dal 2002 al 2007 (in CD, in alcuni casi anche in DVD). E di nuovo per il tour dei 50 anni: se avete visto i recenti concerti di Bologna e Milano, potete acquistare il "bootleg ufficiale" per 9 euro, quaqua, solo in digitale (ricevete sia la versione in MP3 che in FLAC).

Da frequentatore di concerti e da consumatore compulsivo di bootleg ufficiali, ho un rimpianto: che gli Who non abbiano pubblicato il CD del concerto di Verona del giugno 2007. Fu epocale: era la prima volta del gruppo in Italia da un tempo che sembrava eterno, una violenta pioggia che interrompe il concerto dopo poche canzoni, al rientro Daltrey che perde la voce per il freddo, durante "Behind blue eyes", facendo una scenata, Townshend  che prende in mano la situazione e continua il concerto praticamente da solo. A suo modo uno dei concerti della vita. Ad un certo punto, per ripararmi dalla pioggia, mi ritrovai di fronte Pete Townshend, che firmava autografi nelle catacombe dell'Arena.

E uno dei concerti della vita è stato anche quello dell'altra sera al Forum di Assago: per moltissimi di noi, anche per chi segue la musica da decenni, è stato il primo vero concerto degli Who. E riascoltandolo, davvero capisci che questi, a 70 anni suonati, hanno una potenza da far impallidire band più giovani e con l'urgenza dei 20-30 anni.

La registrazione del concerto è buona - da soundboard, anche se un po' indietro e un po' offuscata: se l'hanno pubblicata in due giorni non c'è stato molto tempo per mixarla o per regolare i livelli deglI strumenti. Ma comunque godibilissima.

La voce di Daltrey è ottima, cede solo un po' verso il finale. Ma, soprattutto, nella registrazione spicca il lavoro fatto sugli arrangiamenti. Non solo la coda in jam di "My generation", ma il finale di "Who are you", quello di "Bargain", per non parlare della sequenza "The rock"/"Love reign o'er me" (15 minuti di pura goduria), così come quella da "Tommy", impeccabile: "The Acid Queen/Pinball Wizard/See Me, Feel Me".

La chitarra di Townshend non ha bisogno di descrizioni: la pennata che apre "Baba O' Riley" da sola valeva il concerto, mi diceva giustamente un amico, e qua è presente in tutta la sua gloria - anche se ora si nota con una stecca pochi attimi prima, di cui era difficile accorgersi dal vivo. La band è spettacolare e qua sta l'esperienza e la furbizia nel scegliersi i musicisti: è enorme il lavoro sporco della sezione ritmica di Pino Palladino al basso e Zak Starkey alla batteria.

Poi certo, riascoltare le registrazioni dei concerto non riproduce la magia (che in questo caso era data anche dalla bellissima scenografia e dai megaschermi, oltre che dal trovarsi di fronte un pezzo di storia del rock). Ma questo è un concerto che ti viene voglia di riascoltare, non solo per il repertorio, ma proprio per la qualità delle esecuzioni. Più che un bel souvenir.

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.