«NATTESFERD - Kvelertak» la recensione di Rockol

Kvelertak - NATTESFERD - la recensione

Recensione del 03 giu 2016 a cura di Andrea Valentini

La recensione

Metal che polverizza i confini fra sottogeneri, sprezzante delle divisioni che spesso costituiscono barriere tanto alte, quanto ridicole. Questo sono i norvegesi Kvelertak, capaci di frullare metallo, hard rock d’essai, prog, a volte anche black metal e un po’ di punk. Loro, saggiamente, chiamano rock’n’roll ciò che suonano, ma ormai non siamo più abituati a utilizzare questa definizione se non per evocare sonorità fra “Happy days”, Elvis e il revival anni Cinquanta (oppure, peggio ancora, per indicare un generico mix di "ruuuooock" e punk dall’attitudine un pochino fashion trendy) .. sbagliando, ovviamente.
Ma veniamo a “Nattesferd”, terzo lavoro in studio in sei anni, per i Kvelertak (il nome in italiano è traducibile approssimativamente come “stretta alla gola”). La band si muove in territori ben consolidati, ricchi di paletti, regole e tradizioni. Ed è proprio la loro capacità di rimescolare le carte in ambienti che, almeno all’apparenza, sono talmente rigidi che più rigidi non si può, a rendere questi sei guerrieri dell’heavy contemporaneo un fenomeno a se stante.



Il nuovo disco conferma quanto di buono – e già era molto – ascoltato nei due precedenti: c’è l’energia, il feeling metal vintage (pre-ondata thrash, quando ancora al massimo si poteva parlare di power o di speed o – col senno di poi – di proto-thrash), ma anche una fresca voglia di recuperare lo spirito più da “party animal” dell’hard e dell’arena rock d’essai. Rispetto al precedente “Meir”, l’approccio è meno punk e più hard Seventies – una scelta che potrebbe spiazzare alcuni fan recenti – ma ciò che conta è che l’amalgama funziona. E il fatto che ogni tanto ci regalino anche un accenno black (sonorità che appartiene più ai loro esordi) non fa che stuzzicare ulteriormente il palato, come una buona spezia non troppo invadente.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.