«NIGHTLIFE - Pet Shop Boys» la recensione di Rockol

Pet Shop Boys - NIGHTLIFE - la recensione

Recensione del 01 nov 1999

La recensione

OK, “New York City boy”, con i suoi coretti alla Village People, è un gran bel singolo, però per il resto i Pet Shop Boys sembrano essersi persi per strada. Smaltite le sbornie carioca del precedente BILINGUAL, la ditta Tennant & Lowe - da sempre accreditata come una delle più fruttifere istituzioni del pop inglese – ha impiegato tre anni per fabbricare un nuovo album, ma il semplice trascorrere del tempo non è servito a caricare questo lavoro dei contenuti giusti. Tranquilli, i fans del gruppo troveranno comunque qualcosa di piacevole ascoltando “Closer to heaven”, “Happiness is an option” e “You only tell me you love me when you’re drunk”, apprezzeranno le sonorità sobrie, algide e cyber-pop quanto basta, ma oltre al colpo di coda del singolo e un paio di avvenenti ballads che molto poco da segnalare dalla torretta di bordo. Diamo atto a Tennant di aver costruito uno stile vocale sempre particolare ed incisivo, suadente e decadente quanto basta per continuare ad essere eletto un must per la comunità gay mondiale, ma gli anni passano, i figli crescono, i non padri invecchiano e le canzoni mancano: ragion per cui dei Pet Shop Boys conviene continuare ad ascoltare la passata produzione. Una segnalazione sbiadita anche per la produzione, perfetta e impeccabile ma a volte un po’ soporifera. Insomma, i due signorini hanno scritto e cantato di meglio: la loro imperdibile antologia, DISCOGRAPHY, è lì a dimostrarlo. NIGHTLIFE è un disco poco riuscito, inutile negarlo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.