«SCRIVERO' IL TUO NOME - Francesco Renga» la recensione di Rockol

Francesco Renga - SCRIVERO' IL TUO NOME - la recensione

Recensione del 16 apr 2016

La recensione


Dopo aver esplorato stili e generi diversi, dal rock alla musica classica, con "Tempo reale" del 2014 Francesco Renga ha avviato un nuovo percorso artistico, approdando al pop contemporaneo; con questo nuovo disco, "Scriverò il tuo nome", il cantante riprende il discorso proprio lì dove lo aveva lasciato con "Tempo reale".



Realizzato tra Milano e Los Angeles e prodotto da Michele Canova, il disco contiene 12 brani inediti. "Guardami amore", il primo singolo estratto dall'album, è una ballad che segna il ritorno di Renga come autore, oltre che come interprete: la canzone è stata infatti firmata da Francesco stesso insieme a Tony Maiello.
Per il suo settimo album di inediti, il cantante ha voluto confermare alcune collaborazioni recenti e del passato e ha scelto di avvicinarsi a nuovi giovani autori. Con Fortunato Zampaglione firma "Spiccare il volo", "Perfetto", "Migliore" e "Così diversa", con Ermal Meta firma "Il bene" e con Dario Faini collabora in "Rimani così". Con Diego Calvetti torna a lavorare per i brani "13 maggio" e "A meno di te". Tony Maiello, già visto a X Factor 1 e vincitore tra i giovani a Sanremo 2010, è co-autore di "Scriverò il tuo nome" e "Cancellarti per sempre", mentre Matteo Valicelli scrive "Sulla pelle" e firma con Francesco Gabbani "L'amore sa". C'è poi Nek, che con Renga, Luca Chiaravalli e Davide Simonetta, firma "I nostri giorni".

Per gli arrangiamenti vocali, Renga ha scelto di proseguire sulla strada iniziata in "Tempo reale", utilizzando la propria voce come "strumento al servizio delle parole, anziché le parole e la musica al servizio della voce", sovrapponendo in diversi casi tracce vocali cantate su ottave diverse: in questo, e nella scelta dei suoni, si sente la mano di Canova probabilmente il più affermato produttore pop italiano (Jovanotti, Ferro, Mengoni, Michielin...).
La pre-produzione dell'album è stata curata da Patrizio "Pat" Simonini e Gianluca Ballarin. Nel disco hanno suonato Alessandro Alessandroni Jr. (pianoforti, sintetizzatori, Rhodes, B3), Tim Pierce (chitarre elettriche ed acustiche), Michele Canova (sintetizzatori, programmazione ritmica e sintetizzatori modulari), Victor Indrizzo (batteria), Sean Hurley (basso), Patrizio Simonini (programmazione ritmica e tastiere) e Gianluca Ballarin (programmazione e tastiere). Le canzoni sono state mixate tra Los Angeles e Milano, mentre il mastering è stato fatto a Miami da Antonio Baglio. Il disco esce in tre diverse versioni: standard con 12 inediti, deluxe con 14 inediti e vinili con 12 tracce. "Scriverò il tuo nome" è un lavoro che conferma il buon momento di Renga, dandogli una continuità stilistica e un suono che valorizzano la sua voce.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.