«A CONEY ISLAND OF THE MIND - Lawrence Ferlinghetti» la recensione di Rockol

Lawrence Ferlinghetti - A CONEY ISLAND OF THE MIND - la recensione

Recensione del 10 ott 1999

La recensione

Ci sono alcune coincidenze curiose riguardo a “A Coney Island of the mind”: quando uscì per la prima volta, ispirato da una frase di Henry Miller, la Beat Generation stava germogliando nel fertile e tollerante territorio di San Francisco. Con “Howl” di Allen Ginsberg e “On the road” di Jack Kerouac rappresenta una sorta di triangolo da cui tutto è partito e, guarda caso, proprio a distanza di cinquant'anni si ritrovano trasportati nella tecnologia laser del compact disc. Infatti oltre a “A Coney Island of the mind” escono, proprio nello stesso periodo, “Reads on the road” di Jack Kerouac e “Urlo&Kaddish” nella versione italiana (per Il Saggiatore, Milano). Le coincidenze non finiscono qui perché “A Coney Island of the mind” è stato registrato negli Zoetrope Studios di Francis Ford Coppola, ovvero nelle stesse stanze in cui Martin Sheen ha reinciso il suo delirio narrante per “Apocalypse now”, dove Lenny Bruce ha più volte messo alla prova i sistemi nervosi di chi gli stava attorno e dove hanno registrato sia il Kingston Trio sia i Grateful Dead. La produzione di Jim Sampas, con le musiche del sassofonista dei Morphine, Dana Colley, non ha fatto altro che aggiungere un panorama sonoro adeguato (ovvero jazzy e molto discreto) e perfetto per le parole di Lawrence Ferlinghetti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.