«STUNT - Barenaked Ladies» la recensione di Rockol

Barenaked Ladies - STUNT - la recensione

Recensione del 07 feb 1999

La recensione

Questo è uno di quei casi in cui parlare solo di musica è riduttivo. Per come sono stati portati in trionfo dal passaparola dei fans, e non dai media (sono davvero l’antitesi dei colorati gruppi stile-MTV) i Barenaked Ladies sono un fenomeno a metà tra la Dave Matthews Band ed Elio & le Storie Tese. Certo, il complessino milanese ha un umorismo nel contempo più volgare e più raffinato (e non è una contraddizione); quello dei BNL ricorda casomai le arguzie di Ray Davies dei Kinks. La Dave Matthews Band, peraltro, prende molto più sul serio la musica; a chi ascolta solo quest’ultima, i Barenaked Ladies offrono un’onesta commistione tra R.E.M. e Housemartins: canzoni fresche, melodiche e rilassanti. A chi legge i testi, si possono invece presentare passaggi come: "La mia lingua dentro di lei nella cantina della casa di sua madre, dove mi ha registrato le prime tre facciate di Sandinista!" oppure "Tutto è già stato fatto; e se ti metto le dita qui, e dico ‘Cara, ti amo’, sbadiglierai dicendomi: ‘Tutta roba già vista?’"
Il loro rapporto "di fiducia" con i giovani canadesi è nato grazie a un’instancabile attività live: i loro show sono delle piccole feste, che pongono il divertimento al primo posto. Per quanto gradevole sia questo disco, dunque, è solo una parte del fenomeno Barenaked Ladies, che forse è da considerare una delle tante e sempre gradite schegge impazzite che sfuggono alla pretesa delle majors di produrre quanto il pubblico desidera, e della capacità del pubblico di individuare gente che lo diverta.

Tracklist:
One week
It’s all been done
Light up my room
I’ll be that girl
Leave
Alcohol
Call and answer
In the car
Never is enough
Who needs sleep?
Told you so
Some fantastic
When you dream
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.