«LONG WAY DOWN - Tom Odell» la recensione di Rockol

Tom Odell - LONG WAY DOWN - la recensione

Recensione del 01 lug 2013 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Da un lato c’è David Letterman. Dall’altro lato l’NME. In mezzo Tom Odell, 24 anni, inglese - futura stella del pop al suo debutto sulla lunga distanza con questo “Long way down”. Anzi, già attuale stella: l'album è entrato dritto al primo posto delle classifiche inglesi.
Da un lato c’è il popolare conduttore americano, che con il suo “Late show” porta a suonare in TV rockstar e talenti ancora da scoprire per il grande pubblico. Lo ha fatto con Tom Odell qualche settimana fa, quando aveva solo un EP all’attivo e si parlava poco di di lui. Un gran bel passaggio, concluso dalla domanda “Can I manage you?” - posso farti da manager?. Ora, Letterman è uno che ripete spesso le domande alla fine delle esibizioni. Certe volte chiede “Quella batteria è tua o è affittata?” (non sto scherzando: guardate qua). Quando si innamora di un gruppo o di un artista chiede se può fargli da manager. Gigioneggia, Letterman, ma ci vede bene.
Dall’altra parte c’è l’NME, che ha dato 0/10 a questo disco. Zero. Se pensate che non potesse andare peggio: il padre di Odell ha telefonato arrabbiato in redazione. E la testata inglese ha avuto esattamente quello che voleva: qualcuno da massacrare. Odell sbeffeggiato in una recensione e poi ancora sui social network. La stampa musicale inglese ha bisogno come l’acqua di cose come queste, si sa - ma questa volta ci è andata davvero pesante.
Su una cosa, però, l’NME ha probabilmente ragione: “You can’t unhear this”. Non potrete non ascoltare Tom Odell - perché presto sarà ovunque. Per l’NME questo è un problema, evidentemente. Lo sarà anche per voi? Non crediamo proprio, ma giudicate da soli.




Tom Odell è un bravo e giovane cantautore per voce e piano: nulla più e nulla meno. C’è del buon piano-rock, in queste canzoni: un po’ di Joe Jackson, molto dei primi Keane (che, per quello che mi riguarda, è un gran complimento). Forse pure un po’ di Adele - e questo per la stampa inglese potrebbe essere un’onta. A me viene in mente, con le dovute proporzioni, anche un po’ di Randy Newman, di cui non a caso c’è una “I think it’s going to rain today”. Odell funziona meglio nelle canzoni mid tempo/veloci, come “Another love”, che è un piccolo gioiello, così come “Till I lost”. In alcuni casi, come nella title track, Odell tende a essere molto malinconico e melodico, cosa che si può permettere vista la bella voce che si ritrova - ma è probabilmente questo uno dei motivi che ha indispettito la stampa inglese, allergica a questo genere di pop. Che per gli altri è pop di qualità, per loro no - soprattutto se va in classifica così in fretta.
Insomma, Tom Odell non è un innovatore ma uno che fa bene il suo mestiere, che sa scrivere bene canzoni di pop-rock molto classico, ma anche molto ben fatto. Troppo poco “cool”? Sicuramente. Ma questo non è necessariamente un difetto. Anzi. Insomma, tra Letterman e l’NME, avete capito da che parte stiamo...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.