«IVANO FOSSATI LIVE: DOPO - TUTTO - Ivano Fossati» la recensione di Rockol

Ivano Fossati - IVANO FOSSATI LIVE: DOPO - TUTTO - la recensione

Recensione del 07 dic 2012 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

1’ e 40” di applausi. Messi in coda a “La costruzione di un amore”. Così finisce anche la carriera discografica di Ivano Fossati? “Dopo tutto” documenta l’ultimo tournée della carriera, conclusasi il 19 marzo scorso al Teatro Strehler di Milano.

Certo, non si può mai dire: ma dubitiamo che Fossati faccia passi indietro. Ma questo non sarà l’ultimo disco: nel senso che è probabile che qualcos’altro esca, prima o poi. Una raccolta, o un DVD di quell'ultimo concerto (che venne ripreso).
Speriamo. Perché “Dopo tutto” è una mezza delusione. Anche più che mezza.
Spiego meglio: non lo è la sua musica (come potrebbe?). Non lo è quel tour (ne ho viste tre date, compresa l'ultima: per me è stato uno dei più belli ed emozionanti dell’anno).
Non lo è neanche la musica che c’è in queste 16 canzoni.
E’ quella che non c’è.
Fu tour memorabile, l'ultimo di Ivano Fossati. Non fu un tour d’addio - nonostante i concerti a Milano siano stati quattro ben in pochi mesi. Comunque: una scaletta poco consolatoria, molto tirata nella prima parte, più riflessiva nella seconda. Pochissime parole, una band che gira a mille. Un concerto-concerto, insomma.
Da qui la decisione di mettere nel disco dal vivo solo le canzoni praticamente mai registrate live nei album precedenti dal vivo. Una stupenda versione di “Ventilazione”, “Viaggiatori d’occidente” e canzoni dall’ultimo “Decadancing”. Qualche piccola caduta di stile (i coretti di bambini su “Quello che manca al mondo”, usati solo in un paio di occasioni nel tour, per fortuna). Quasi nessuna concessione al “greatest hits”: solo il finale con “La musica che gira intorno”, “Di tanto amore” e “La costruzione di un amore”.
Ok, va bene che non si vuole autocelebrazione. Va bene che sono presenti in altri album dal vivo... Però perché lasciare fuori “Una notte in Italia”? La versione jazzata di "Fratello che guardi il mondo"? Perché lasciar fuori “Buon tempo”, finale gioioso? E anche l’improvvisata jam su “Dolce acqua” che chiuse l'ultimo concerto milanese?
Io a Fossati voglio bene e gliene vorrò sempre. Mi ha cresciuto, e come me ha cresciuto generazioni di ascoltatori, con le sue parole, la sua capacità di raccontare e cantare come nessun altro in Italia. Quell’ultimo concerto e quel tour me lo ricorderò finché campo. Ma non sarà “Dopo tutto” a farmelo ricordare. Trovo brutto che manchino così tante cose, mi sembra quasi mancanza di rispetto nei confronti dei fan. Qualche piccola concessione in più si poteva fare, suvvia.
Sia chiaro, lo capisco. Capisco che faccia parte dell’uomo e del suo stile non essere autoindulgente; ho apprezzato la sobrietà di quel tour: una festa, non un funerale.
Però "Dopo tutto" rimane un'occasione in larga parte mancata, una pubblicazione che sa di dovere contrattuale. Peccato. Cinque stellette alla carriera a quel tour, di meno a questa uscita discografica.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.