«PIATTO FORTE - Useless Wooden Toys» la recensione di Rockol

Useless Wooden Toys - PIATTO FORTE - la recensione

Recensione del 19 set 2011

La recensione

Potrebbe di certo essere la portata principale di una cena a base di electro e di dance questo “Piatto forte” degli Useless Wooden Toys. I cuochi? Riccardo Terzi e Gilberto Girardi: dj, beat maker e appassionati di clubbing in ogni sua declinazione.
La storia degli Useless Wooden Toys inizia a Cremona nel 2002, quando Ric e Gil iniziano a produrre i primi campioni. Due album pubblicati con indie label, tra cui la nota etichetta electro La Valigetta, tantissime partecipazioni a festival non solo per disco addicted e arriva il 2011, con un contratto firmato con la EMI. Tante le polemiche nel mondo dell’underground, come dicono i due, ma gli Useless Wooden Toys sono passati “dall’altra parte della barricata” con un obiettivo ben preciso: la diffusione massiva di una cultura che, fino a ieri, è stata relegata nelle sale buie di piccoli club, in cui giovani indie si riuniscono per allontanarsi da ciò che viene definito commerciale. Decisione coraggiosa, dunque, per Riccardo e Gilberto, che immolano una parte dello zoccolo duro degli “alternative”, per fare un salto verso il grande pubblico, composto per lo più dai cultori dei revival anni Novanta e dei nostagici di Marco Ravelli a Disco Radio.
Il “Piatto forte” degli Useless Wooden Toys ha come ingredienti beat nostrani, sapientemente cucinati, campioni ben amalgamati e collaborazioni di tutto rispetto, come i temi trattati nei brani. “Facciamo la rivoluzione” e “ABC” sono una fotografia dei tempi odierni e della gioventù frustrata, sempre più avvilita dal precariato e costretta alla fuga per trovare un futuro migliore, il tutto condito da una spolverata di beat e, per il secondo pezzo, da un pizzico di hip hop, data la presenza di Supa, Rido e Bassi Maestro. Non mancano ironia ed irriverenza con “Il Tirannosauro”, volutamente in maiuscolo. “Il Tirannosauro può essere chi vuoi tu, ma l’utilizzo di questo pezzo da parte di Blob vi fa chiaramente capire a chi è riferito”, ci ha detto il duo in una intervista.
Tra una “Fine del mondo” rocambolesca, interpretata dal Piotta, e i mille “Colors” dei My Awesome Mixtape, in questo piatto davvero italiano c’è posto anche per qualche primizia internazionale come “Red Shoes” con Emilie Chick o “Octane” con James F. Kennedy, insaporito dall’essenza di Asia nostrana di “Giapponese” con Mister Fuji. Tra l’ecologia di “Pioverà benza” cantata da Dargen D’Amico, la partecipazione del ‘principino' del rap di casa nostra, Entics, in “Selecta” e la vita dell’italiano medio di “Non soddisfa” SWIM e Ghemon Scienz, arriviamo alla conclusione con “Di bugie e verità”, cantata da Alessandra de Il Genio, che si posa sul “Piatto forte” come la ciliegina sulla torta. Una dance cucinata con ingredienti sani, come da tradizione, da due chef che, di certo, faranno parlare molto di questa prelibatezza. L’Italo disco? Ormai preistoria. Mentre il Tirannosauro continua a ballare….
/Rossella Romano)
Tracklist
“Facciamo la rivoluzione” – Ft. Ex Otago
“ABC (E’ facile)” – Ft. Supa, Bassi Maestro, Rido e Dj Double S
“Il Tirannosauro”
“Red shoes” – Ft. Emilie Chick
“La fine del mondo” – Ft. Piotta
“Giapponese” (Mr.Fuji version)
“Colors” – Ft. My Awesome Mixtape
“Selecta” – Ft. Entics
“Octane” – Ft. Jams F. Kennedy
“Pacca sulla spalla” – Ft. Amari
“Non soddisfa” – Ft. SWIM e Ghemon Scienz
“Pioverà benza” – Ft. Dargen D’amico
“Big booty chicken” – Ft. Aj Robinson
“Di bugie e verità” – Ft. Il Genio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.