«MOSAIK - Siriusmodeselektor» la recensione di Rockol

Siriusmodeselektor - MOSAIK - la recensione

Recensione del 04 mag 2011 a cura di Ercole Gentile

La recensione

Siriusmo fa parte della sezione più colorata e movimentata della scena elettronica berlinese. Se da un lato, quello forse più noto, vi sono infatti i suoni minimal e oscuri della techno di gente come Ellen Allien e la sua Bpitch Control e della Ostgut del famoso club Berghain (solo per citare qualcuno), dall'altra c'è anche una scena più soft, più leggera, più pop.
Moritz Friedrich, colui che si cela dietro il moniker Siriusmo, è uno dei simboli di questa “fazione” (in realtà nessuna rivalità tra i due schieramenti, anzi le collaborazioni fioccano) che recentemente ha visto salire alla ribalta anche nomi come Aka Aka e Format B. Il produttore tedesco è stato scoperto nel 2007 da Boys-Noize (un altro germanico, berlinese d'adozione), dando in seguito alle stampe numerosi singoli ed EP, facendosi così notare in ambito elettronico e non, visti i remix effettuati per gente come Scissor Sisters, Digitalism, Gossip e Simian Mobile Disco.
Tra i suoi estimatori ci sono anche i Modeselektor, attivi produttori berlinesi (parte anche dell'acclamato progetto Moderat con il concittadino Apparat). Proprio per l'etichetta del duo tedesco, la Monkeytown, esce il debutto sulla lunga distanza di Siriusmo intitolato “Mosaik”.
Mai come in questa occasione la parola lunga distanza sembra azzeccata, infatti è meglio scriverlo subito: 17 brani per un disco del genere sono indubbiamente troppi ed è inevitabile ci siano dei riempitivi. Detto ciò, qui dentro ci sono molti spunti interessanti e degni di essere segnalati ed il titolo “Mosaik” pare ideale per evidenziare la moltitudine di elementi sonori presenti. Siriusmo sa come far ballare e lo dimostra alla grande in episodi come “Feromonikon” e “Signal”, brani che richiamano alla mente gli stessi Modeselektor, ma soprattutto le atmosfere dance dei transalpini Justice e Daft-Punk e con la tech-house di “Goldene Kugel”.
Anche quando si tratta di passare in ambito electro-pop più leggero, Moritz ha le sue carte da giocare, come la solare title-track e soprattutto le riuscite “Nights off”, strumentale e sognante, e “Einmail in der woche schreien” (tradotto in 'urlare una volta alla settimana'), ritmo ballabile, suoni freschi e ritornello.
Interessanti anche alcune virate kraut-rock (vedi “Idiologie” e “Feed my meatmachine”) ed esperimenti pop-lounge come la simpatica “Good idea”. Il resto è troppo. Vi sono skit più o meno lunghi che risultano insipidi e di cui si sarebbe potuto benissimo fare a meno (su tutti la voce indemoniata di “Peeved”), vista anche la corposità del disco e il fatto che non apportino nulla di nuovo.
Insomma, questo disco d'esordio di Siriusmo non è forse un miracolo d'innovazione e risulta indubbiamente troppo prolisso, ma è altrettanto vero che contiene più di una perla per la quale vale la pena approfondire il discorso. E inoltre ha il merito di far accendere ulteriormente i riflettori sul “light side” di Berlino.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.