«GUITAR HEAVEN - Santana» la recensione di Rockol

Santana - GUITAR HEAVEN - la recensione

Recensione del 21 set 2010 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Squadra che vince non si cambia. Carlos Santana torna con un disco di inediti a 5 anni da “All that I am” e ripropone – almeno parzialmente – la formula che l’ha reso nuovamente una star, quella dei duetti con cantanti affermati. Il tutto sempre grazie a quella vecchia volpe della discografia, Clive Davis, il suo mentore da sempre; questa volta Davis l’ha convinto ad una variazione sul tema: non più pezzi inediti, ma classici rivisitati.
E che classici. Classici con la “C” maiuscola: da “Whole lotta love” a “Back in black”, da “Smoke on the water” a “Little wing”. Tutte canzoni con su un bel cartello: “Chi tocca muore”. Un cartello di cui in pochi possono non avere paura, e Carlos Santana è tra questi.
Già, ma il risultato com’è? Piacevole, se vi piace il genere. E ambizioso, e con ottime scelte: per dire, “Whole lotta love” la canta Chris Cornell, uno dei pochi in grado di reggere quella parte che fu di Robert Plant. E altre scelte - poche, per fortuna - discutibili, come trasformare “Back in black” in un rap con Nas. Nulla si può dire sulla parte musicale, se non che le canzoni che funzionano meglio sono quelle un po’ più liquide e meno granitiche. Quelle con meno riff, insomma (chi non è capace di suonare “Smoke on the water”?), e con più spazio al suo suono di chitarra. Tipo “Sunshine of your love”, per intenderci: intesa perfetta con Rob Thomas – anche grazie alla sua voce in “Smooth” cominciò la rinascita di Santana a fine anni ’90. O ancora “Riders on the storm” dei Doors, in cui compare l’inconfondibile organetto di Ray Manzarek. O, ancora meglio, in “Little wing”, affidata all’esperienza di Joe Cocker.
Insomma, questo disco sulla carta poteva essere una boiata. Invece è la degna prosecuzione di un modello fortunato, quello iniziato con “Supernatural”, rivisitato e applicato a grandi canzoni, interpretate con rispetto e originalità.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.