«I LEARNED THE HARD WAY - Sharon Jones & The Dap-Kings» la recensione di Rockol

Sharon Jones & The Dap-Kings - I LEARNED THE HARD WAY - la recensione

Recensione del 28 apr 2010

La recensione

Molto spesso accade di avere tra le mani un cd e osservando l’immagine di copertina, la grafica, il packaging, ci si sorprende involontariamente a volare con la fantasia e a sperare in un qualcosa che poi, all’ascolto, svanisce come un bel sogno al momento del risveglio. Può essere che siamo tutti troppo teneri e sensibili e indulgenti e ben disposti verso questa passione che si chiama musica e che, alla maggior parte di noi, almeno qualche volta ha salvato la vita…può essere benissimo.
Fortunatamente la premessa non riguarda questo cd, “I learned the hard way” non conosce il significato della parola tradimento. Gli otto Dap-Kings che i nostri occhi incontrano guardando la photo cover sono veramente dei Re – magari di un piccolo regno ai confini del music biz - e se lo sguardo della matura ragazza che risponde al nome di Sharon Jones vi sembra un poco minaccioso…niente di strano per una ex guardia carceraria.
Dopo avere esordito ed entusiasmato la cerchia dei più attenti nel 2002 con “Dap dippin’ with…”, bissato e fattisi più diffusamente conoscere nel 2005 con “Naturally”, ricevuto qualcosa più di un elogio nel 2007 con “100 days, 100 nights”, Sharon Jones & the Dap-Kings giunti al quarto album si affermano ulteriormente e vengono premiati dalle charts se, come è vero, negli Stati Uniti si sono arrampicati nel giro di qualche settimana sino al quindicesimo posto della classifica di Billboard e al sesto posto nella speciale classifica di genere dedicata alla musica r’n’b/hip hop.
Trovandovi ad ascoltare una canzone qualsiasi di “I learned the hard way” e non avendo nozione e punti di riferimento al riguardo non pensereste nemmeno per un decimo di secondo di ascoltare un brano originale composto ai giorni nostri e interpretato da un combo basato a Brooklyn bensì vi verrebbe da commentare, anche solo con il pensiero per non tradire il lato conservatore che è in voi, “canzoni così non ne scrivono più!” e volereste con nostalgia all’irripetibile sound che veniva prodotto nelle capitali della musica nera degli anni sessanta da etichette che sono leggenda, a quell’unico e perfetto rhythm and soul venato di funk irresistibile e disarmante al tempo stesso. E della cantante pensereste che potrebbe benissimo essere la Tina Turner dei primordi quando aveva al fianco sul palco e nella vita il manesco e geniale Ike.
Questo cd non fa rimpiangere nessuno dei centesimi investiti nell’acquisto, questa è musica senza data di scadenza e facciamo umilmente ammenda per non averne scritto in precedenza. Parafrasando un famoso slogan pubblicitario: un cd di Sharon Jones & the Dap-Kings è per sempre!



(Paolo Panzeri)

TRACKLIST

04. Give it back
05. Money
07. Window shopping
09. I’ll still be true
10. Without a heart
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.