«L'ESTINZIONE DI UN COLLOQUIO AMOROSO - Massimo Zamboni» la recensione di Rockol

Massimo Zamboni - L'ESTINZIONE DI UN COLLOQUIO AMOROSO - la recensione

Recensione del 27 apr 2010

La recensione

Con il senno di poi, in pochi l'avrebbero detto: quando la premiata ditta Zamboni-Ferretti si separò anni fa, fu un trauma per il rock italiano, e in molti avrebbero scommesso sul cantante, come solitamente si fa in casi come questo. Invece sappiamo com'è andata: dopo i (bellissimi) dischi con i PGR, Giovanni Lindo Ferretti ha scelto un'altra strada, che ha fatto molto discutere, anche ultimamente (un riassunto della questione lo trovate qua).
Invece Massimo Zamboni si è costruito una strada in modo più continuo e lineare, attraverso la parola scritta e i libri, la musica, attraverso la collaborazione con voci femminili, arrivando infine a cantare in prima persona. Questo CD è il completamento di questo percorso. Arriva dopo “L’inerme è L’imbattibile”, ed è un progetto tra canzone e parola scritta, appunto. Fin dal titolo che che sembra rievocare Roland Barthes, il semiologo che aveva smontato il linguaggio degli innamorati ne i "Frammenti di un discorso amoroso".
Sono cinque canzoni - più un mini-CD che un album - in cui Zamboni fa una radiografia all'amore, come nella bella copertina, integrando le parole cantate con un libretto a cui se ne aggiungono altre stampate. Le canzoni sono scarne come le radiografie, ma tutt'altro che vuote. Le analisi che rivelano non sono né leggere, né confortanti, come spesso sono le radiografie. Taglienti, questo sì, come la voce. Che, va detto, è più recitante che cantante, e che nella cantilena in qualche momento ricorda il vecchio compagno di strada. Però il punto è che con dischi come questo, Zamboni dimostra definitivamente, se ce ne fosse ancora bisogno, la sua credibilità.

TRACKLIST

01. Casco in volo
02. Un'ansia laica
03. Risplenderai
04. A ritroso
05. Ondula
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.