«TONS OF FRIENDS - Crookers» la recensione di Rockol

Crookers - TONS OF FRIENDS - la recensione

Recensione del 17 mar 2010 a cura di Rossella Romano

La recensione

Gli amici dei Crookers ormai non si contano più, sono tonnellate. Gran parte di coloro che hanno avuto a che fare con Bot e Phra sono racchiusi in "Tons of friends", album di debutto del duo electro, diventato ora tra i più celebri d'italia. Per chi non associasse i Crookers ad alcunchè, basterebbe nominare il singolo "Day 'n' nite" di Kid Kud, magistralmente remixato dalle loro abili manine, e si aprirebbe un mondo. Ma iniziamo da principio. Bot, al secolo Andrea Fratangelo, e Phra, all'anagrafe Francesco Barbaglia, si incontrano nel non troppo lontano 2003, ed è subito amore musicale a prima vista: nonostante le varie esperienze individuali da dj, decidono di lavorare insieme, accomunati dalla passione per la musica elettronica, ma soprattutto per l'hip hop e la cultura underground che gli gravita attorno (nel loro passato infatti c'è dell'mciing e del writing). Le prime produzioni si diffondono attorno al 2006, quando esce il primo ep, "End 2 end", ma la curiosità attorno ai due si fa sentire con i remix di "I Want your soul" di Van Halden e di "Salmon dance" dei due padri dell'elettronica, i Chemical Brothers. Il nome dei Crookers comincia a risuonare in ogni angolo del globo terrestre finchè non sbarca negli Stati Uniti: nel Nuovo Continente la caccia alla collaborazione con Bot e Phra si fa sempre più serrata, fino a diventare un "must have" nel curriculum musicale di ogni artista che si rispetti. Oggi, i re dell' "italian electro touch", che di italian hanno ben poco, annoverano non solo una lista di amicizie da far invidia anche a P.Diddy, ma anche migliaia di seguaci che professano il verbo "crookersiano" come fedeli devoti e non si perdono un set neanche con una tormenta di neve o un'alliuvione. A consacrare le fatiche dei Crookers arriva ora "Tons of friends", primo lavoro di inediti prodotti, pensati e scritti dai due. Il disco si apre con l'intro di Dargen D'amico, che invita ad ascoltare solo la musica che allevia i dolori, che fa star bene e se "sei uno che fa musica danzereccia, pecoreccia" devi continuare a credere nelle sette note. Un ottimo inizio. Gran apertura con pezzi dalle collaborazioni illustri: si inizia con "No security" featuring Kelis, "Natural born hustler" con Pitbull, "Lets get buzy" con Will.i.am dei Black Eyed Peas e la doppietta con la divina Roisin Murphy nei pezzi "Hold up your hand" e " Royal T". Si prosegue poi con i pezzi più interessanti del disco: "Cooler couleur", dalle sonorità anni ottanta, cantata dalla francesina Yelle, "Transilvania", dalle atmosfere spettrali, featuring Street Lord e "Have Mercy", electro allo stato puro, con Carrie Wilds. Si conclude con una versione (straordinaria) accappella di "Day 'n' nite" e con le due extra trcks dal sapore nostrano: il singolo, già tormentone, con Fabri Fibra, "Festa festa" e "Luce " con Samuel Romano, molto alla Subsonica maniera. Che dire, non manca proprio nulla a questi ragazzi. Citando l'outro di fine disco di Dargen : "credo nel passato, nel presente e, anche se non lo conosco bene, credo anche nel futuro"; se questo è il presente, il futuro dei Crookers pare essere davvero radioso.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.