«GIRASOLE - Giorgia» la recensione di Rockol

Giorgia - GIRASOLE - la recensione

Recensione del 27 apr 1999

La recensione

In Italia - ormai da sempre - il nuovo disco di un'interprete pone sempre il solito, vecchio problema del materiale. "Chi scrive?", "Ma non si poteva fare di meglio?", oppure… "Ma con tutti gli autori che ci stanno…" e di conseguenza… "Lei è brava, ma certo, se non ci sono autori…". Insomma, è la solita pappardella che ha inquinato carriere di gente come Mina, Patty Pravo, Anna Oxa, Fiorella Mannoia, tanto per fare qualche nome. Al suo quinto disco Giorgia propone qualcosa di molto lontano da questo tipo di approccio: non se la tira, anzi, cerca di realizzare - e ci riesce - un disco che non è separabile dalla sua personalità. Umana prima ancora che artistica. "Girasole" è talmente un ritratto della giovane cantante romana che le permette di uscire dall'ambito sterile e spesso snob dell'interprete puro - e di fatto Giorgia non lo è più perché da diverso tempo scrive i testi delle sue canzoni - per vestire i panni decisamente più comodi del giovane cantante a tutto tondo. Come Fabi, Nek e altri, non è importante chi scriva cosa (per il pubblico) ma che alla fine il risultato sia credibile: e nel caso di questo album di Giorgia lo è, nonostante si possa non apprezzare tout court il suo genere musicale. Resta il fatto che "Girasole" è una bellissima canzone estiva, che potrebbe fare la sua fortuna presso le radio nei mesi a venire, "Tradirefare", "Voglio solo te", "Io come te" e "Dimmi che ci tieni" altri momenti piacevoli di un album che alla fine è una raccolta di canzoni d'amore e si ascolta così come si guarda una pellicola scorrere. Per Giorgia, oltre a una cover di Gino Paoli ("Il cielo in una stanza '99", utilizzata nel film dei Vanzina), anche qualche griffe di prestigio (Diane Warren per "Parlami d'amore" e Des'ree per "Se ci sei"). Un album non privo di qualche melensaggine ma tutto sommato piacevole, dopo il successone di "Mangio troppa cioccolata" un seguito comunque all'altezza.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.