«THE ODD COUPLE - Gnarls Barkley» la recensione di Rockol

Gnarls Barkley - THE ODD COUPLE - la recensione

Recensione del 26 giu 2008 a cura di Davide Poliani

La recensione

Certo, la prima cosa che verrebbe da dire è: tutto bello, d'accordo, ma manca la "Crazy" di turno. Perché i Gnarls Barkley, giunti con "The odd couple" alla seconda prova sulla lunga distanza dopo la deflagrazione di "St. Elsewhere", di fatto non hanno cambiato il registro della loro produzione.
Rimane il soul, in bilico tra passato e futuro, magistralmente filtrato dalla voce di Cee-Lo, così come restano le minuziose trame sonore tessute da Danger Mouse, sofisticate quanto basta ma sufficentemente giocose per soddisfare anche gli ascoltatori meno smaliziati. Tutto bello, appunto.
Ma prendere come misura il fortunato singolone d'esordio nel rapportarsi alla nuova fatica in studio dei due sarebbe per lo meno ingiusto, nei confronti dei Gnarls Barkley. Perché, nonostante tutto, i due ragazzi d'oro del nu-soul o come diavolo lo si voglia chiamare un'evoluzione - onesta, sembrerebbe - l'hanno tentata: rifuggendo la tentazione di schiaffare il riff catchy d'ordinanza sul beat e sul disegno vocale "giusto" (quelli che, per intenderci, fanno oscillare la testa ai direttori dei palinsesti delle grandi radio commerciali), Cee-Lo e Mouse hanno proseguito nella ricerca di equilibrio e armonia dei propri affreschi sonori, manipolando le strutture e distorcendo atmosfere dei brani, cercando quasi di sorprendere con discrezione l'ascoltatore. Va da sè che la cifra estetica - rispetto a "St. Elsewhere" - si sia spostata più verso l'astratto: ma ad uno sforzo dell'artista, il più delle volte, viene richiesto uno sforzo uguale e contrario da parte dell'ascoltatore.
Il che non significa, però, che "The odd couple" debba essere ascoltato con le orecchie "giuste" per essere apprezzato: gli spunti buoni non mancano, ma il vero limite che mostra la nuova fatica dei Gnarls Barkley non sta, forse, nella mancanza del singolo da club/dancefloor/balera, ma nella formula, che traccia dopo traccia pare iniziare a logorarsi.
Mouse e Cee-Lo sono abbastanza visionari da poter candidarsi a sfornare un album degno di essere ricordato negli anni a venire, a patto di abbandonare il citazionismo e la referenzialità che fino ad oggi, per molti, hanno rappresentato il loro punto di forza: quella sarà la verà prova del nove. Altro che l'assenza del singolo...

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.