«SOSPESA - Antonella Ruggiero» la recensione di Rockol

Antonella Ruggiero - SOSPESA - la recensione

Recensione del 09 apr 1999

La recensione

Chi non la ama, Antonella Ruggiero? Alla fine è difficile trovare in Italia un tale concentrato di bravura, timidezza e semplicità. Artista a suo agio solo quando messa di fronte ad un microfono, spesso in difficoltà nel più semplice contatto con i media, Antonella anche quest’anno ha sfiorato la vittoria al Festival di Sanremo, confermando il suo destino di protagonista sempre un po’ defilata. Dare un seguito ad un album cruciale come "Registrazioni moderne" - contenitore di grandi successi della sua passata carriera nei Matia Bazar, seppur riletti con il giusto spirito dei tempi - non era impresa facile, e a riprova di questo si sa che "Sospesa" è stato un album dalla gestazione laboriosa, spesso cresciuto in un susseguirsi di costruzione e distruzione che ha lasciato in piedi soltanto i pilastri più solidi del disco. Canzoni eteree, in bilico su scarti di note improvvisi, melodie arrampicate in cielo sospinte da una voce senza paragoni: è questa la carta che gioca Antonella (e insieme a lei suo marito Roberto Colombo, produttore già con i Matia Bazar) ed è questa la carta che probabilmente era più giusto giocarsi. La scelta di campo le permette di muoversi tra le canzoni completamente a suo agio, costruendo un percorso di melodie leggere e suggestive e testi (in gran parte cofirmati da Kaballà, ma "Di perle e inverni" appartiene a Giovanni Lindo Ferretti) sognanti e al tempo stesso efficaci, che associano alla sua voce una forte sensazione di libertà. Non tutto, naturalmente, è allo stesso livello, sul disco, e anzi è già soddisfacente notare come "Sospesa" alla fine riesce a vivere di una propria identità al punto tale da non suscitare paragoni con il suo illustre predecessore "Registrazioni moderne". Alla fine è un album che darà soddisfazione ai fans di questa inconfondibile artista e le permetterà di estendere il proprio seguito grazie ai prossimi concerti live. Da segnalare, in chiusura del cd, un brano che porta la firma di Ennio Morricone, e che però non suggerisce nessun nuovo territorio da esplorare per Antonella, che si limita a fare per il grande compositore quello che dà anni fa per la sua musica: cantare splendidamente.

TRACKLIST

01. Inafferrabile
02. Non dirmi dove, non dirmi quando
04. Sospesa
06. Nonsenso
07. 1999
08. Ipnotica magnetica
09. Mille molecole
10. Di perle e inverni
11. And will you love me
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.