«MONDOMADRE - N.A.N.O.» la recensione di Rockol

N.A.N.O. - MONDOMADRE - la recensione

Recensione del 11 nov 2007 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

N.A.N.O. è il nome del nuovo progetto musicale di Emanuele Lapiana, già voce e chitarra dei trentini C.O.D., gruppo che si era fatto notare con un paio di dischi di rock all'italiana, "La velocità della luce" (1999) e "Preparativi per la fine", uscito nel 2005 dopo una travagliata gestazione.
Come lasciava intuire il titolo di disco, la band si è di fatto sciolta poco dopo, dando vita ad una nuova creatura. Ecco così i N.A.N.O:, la nuova band. Uno strano percorso, perché è brutto pensare che una band come i C.O.D. abbiano avuto il poco spazio che hanno avuto. Ma tant'è.
Il nuovo gruppo riprende il discorso là dove i C.O.D. l'avevano interrotto: la peculiarità della band è sempre stata quella di mischiare generi, usare la forma canzone innestandogli diversi suoni. In quel caso il “genere” di base era il rock. Oggi, invece è più l'elettronica, o meglio una sorta di cantautorato elettronico, con una buona dose di effetti sonori su cui si innestano strumenti acustici come piano e chitarre. Si è perso un po' l'atteggiamento rock, e per certi versi è un peccato, ma è anche giusto, perché bisogna andare avanti.
Chi aveva ascoltato i C.O.D. (che godevano di un seguito magari piccolo ma fedele) ritroverà molte cose in questo disco: la scrittura, la voce, l'atteggiamento. Troverà anche qualcosa di nuovo, ovviamente. Forse certi scelte cantautorali “pure” (come l'inizio piano e voce di “Limousine” o quello piano, voce e chitarre di “Alienostro”) non convince fino in fondo. Convince invece decisamente di più l'impasto sonoro più complesso, soprattutto quello di “I da Li” e di “Il nano svizzero”. Nuovo anche il taglio narrativo, con canzoni che nelle quali si racconta il mondo visto dai suoi occhi di figlio divenuto padre e mette in risalto l’importanza del genere femminile come energia vitale per il mondo.
“La fine di qualcosa è sempre l'inizio di qualcos altro”: canta(va) Emanuele Lapiana. Una frase che meglio di qualsiasi cosa riassume bene il percorso di questa band.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.