«OLTRE GLI ALBERI - Enzo Gragnaniello» la recensione di Rockol

Enzo Gragnaniello - OLTRE GLI ALBERI - la recensione

Recensione del 13 mar 1999

La recensione

Dopo la parentesi devozionale messa in atto con "Neapolis mantra" - album per sola chitarra e voce che vedeva l’artista lavorare soprattutto sull’emissione del suono e della sua ‘interiorità’ - Enzo Gragnaniello ritorna sulle scene con questo "Oltre gli alberi", ennesimo capitolo di una discografia che può essere letta come un percorso musicale coerente e appassionato. Negli album di Gragnaniello - e questo non fa eccezione - si trovano disseminate alcune splendide canzoni, che forse non hanno i codici d’accesso al successo di massa, ma che sicuramente verranno prima o poi riscoperte e interpretate alla stregua dei grandi classici napoletani. "Oltre gli alberi" riporta su disco la passionalità dell’interprete, la sua vocalità utilizzata quasi come un’arma, accanto ad un attento lavoro sulle armonie e sui testi: il tutto viene poi completato dalla produzione di Jo Amoruso, un tempo tastierista di Pino Daniele e capace - a detta dello stesso Enzo - di rendere la sua musica maggiormente ‘comunicabile’ al grande pubblico. Sì, perché è spesso intenzione dell’artista fare sì che la sua opera non rimanga soltanto appannaggio di pochi e, a giudicare dal riscontro di popolarità avuto al recente Festival di Sanremo, i tempi per Gragnaniello sembrano ormai maturi. «Sono un artista che non ha tempo da perdere, so cosa mi interessa e cosa voglio fare», dice lui, e il pubblico sembra averlo capito: "Alberi" è stata una delle canzoni più lodate a Sanremo, piazzandosi alle spalle delle prime tre posizioni, e comunque "Oltre gli alberi" è un disco assai moderno. Il suono è forse il più completo tra quelli messi in mostra dalle precedenti prove di Gragnaniello, affiancando a strumenti tradizionali anche delle novità negli arrangiamenti introdotte da mastro Amoruso: uno sforzo, il suo, volto a dare pienezza e limpidezza all’opera di un artista spesso troppo intenso per poter essere apprezzato. E, a giudicare dal risultato, uno sforzo riuscito.

TRACKLIST

01. Alberi
02. Rimpianti elementi
03. Come posso dirti no
04. Onda
05. Stong’accà
06. Sotto il tetto
07. Songo vero
08. Il sole dentro
09. Mambo do’
10. Ommo e bestia
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.