«MY PEOPLE WERE FAIR AND HAD SKY IN THEIR HAIR… BUT NOW THEY'RE CONTENT TO WEAR STAR ON THEIR BROWS - T-Rex» la recensione di Rockol

T-Rex - MY PEOPLE WERE FAIR AND HAD SKY IN THEIR HAIR… BUT NOW THEY'RE CONTENT TO WEAR STAR ON THEIR BROWS - la recensione

Recensione del 17 dic 2004 a cura di Franco Zanetti

La recensione

E’ un’iniziativa benemerita e meritoria, quella di ristampare (in edizioni ampliate, rimasterizzate digitalmente e graficamente accuratissime) i primi cinque dischi di Marc Bolan e del duo da lui fondato nel 1967 (dopo aver debuttato da solista nel 1965 e aver militato brevemente nella band folk-rock John’s Children) con Steve Peregrine Took. Il duo, avendo scelto il nome di Tyrannosaurus Rex, ottenne un contratto discografico e pubblicò l’album di debutto, prodotto da Tony Visconti, nel 1968. Nello stesso anno uscì il secondo disco del duo, e nell’estate del 1969 venne pubblicato il terzo; del 1969 è anche la “svolta elettrica” della band, con il singolo “King of the rumbling spires” in cui per la prima volta s’impiega una chitarra elettrica. Steve Peregrine Took esce dal duo prima della fine del 1969, sostituito da Mickey Finn, e la nuova coppia pubblica il suo primo album nel 1970. Dell’ottobre di quell’anno è la svolta significativa: il nome della band viene abbreviato in T.Rex, esce il singolo “Ride a white swan”, che arriva fino al secondo posto della classifica britannica ed è il primo vero successo commerciale di Bolan; l’album “T.Rex”, quinto e ultimo di questa ripubblicazione, resterà in classifica sei mesi.
Da lì in avanti, la storia dei T.Rex è tutta diversa, punteggiata da grandi hit commerciali (Hot love”, “Get it on”, “Telegram Sam”, “Metal guru”) e caratterizzata da un suono - e da un’attitudine- indubitabilmente precursori del glam. Ma non è questa la sede per riassumerla, nè per rattristarci ricordando la morte accidentale di Bolan in un incidente automobilistico (una morte che, come spesso accade, lo ha trasformato in una figura iconica).
Certo è che chi conosce o ricorda il Marc Bolan degli anni Settanta farà una certa fatica a ritrovarlo in questi suoi primi cinque lavori discografici, caratterizzati da una indefinibilità stilistica che è al tempo stesso il loro pregio e la loro fragilità. A volte curiosamente obliqui, a volte innegabilmente tediosi, sono album molto strettamente connessi al loro tempo, e andarli a riscoprire è un’operazione storiografica interessante ma anche faticosa. Aiutano nell’impresa le esaustive, benché fin troppo entusiastiche, note di copertina, che ripercorrono dettagliatamente l’itinerario dell’attività della band; e va assolutamente sottolineata la generosità con la quale il compilatore ha recuperato versioni alternative (“My people...” è proposto in doppia versione, mono e stereo) e aggiunto bonus tracks (4 in “My people...”, 14 in “Prophets...”, 15 in “Unicorn”, 16 in “A beard of stars” e 9 in “T.Rex”).
Per collezionisti, senz’altro, e per fans incalliti; ma anche per chi fosse curioso di verificare quanto un certo David Bowie sia debitore a Marc Bolan.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.