«TOO MANY YEARS - Jorma Kaukonen» la recensione di Rockol

Jorma Kaukonen - TOO MANY YEARS - la recensione

Recensione del 22 dic 1998

La recensione

Pur avendo realizzato un buon disco di classico folk blues prevalentemente acustico, Jorma Kaukonen dimostra di essersi ormai autoesiliato nel piccolo circuito indipendente tradizionalista scevro da ogni contaminazione.
Il che, intendiamoci, non è necessariamente un male e senz’altro gioca a favore dell’integrità e dell’onestà del musicista, ma allo stesso tempo rende i suoi prodotti discografici fruibili solo dalla piccola schiera di fans della musica acustica e appunto tradizionalista.
Eppure un tempo Kaukonen era uno dei più celebrati e innovativi chitarristi della scena rock (parliamo dei tempi antichi dei Jefferson Airplane)...
Detto questo, "Too many years..." non è certo un brutto disco, inciso con gli amici Michael Falzarano (chitarra e mandolino) e Pete Sears (painforte e fisarmonica): dall’iniziale "Fools blues", un ottimo country blues con uno scintillante pianoforte che svisa in lungo e in largo alla conclusiva ripresa del classico dei Grateful Dead, "Friend of the devil", in una buona cover.
Altri pezzi piuttosto riusciti sono la title track (a firma di Kaukonen) che ricorda i tempi di "Quah" e i dieci minuti di "Hypnotation blues", dove Kaukonen sfoggia nuovamente la chitarra elettrica (peraltro presente in veste slide anche nel classico del blues "You got to move" e in un altro paio di brani) dipingendo di tinte psichedeliche un ottimo slow blues.

Track list

"Fools blues"
"Big town"
"Too many years"
"Home of the blues"
"Nine pound hammer"
"Gypsy fire"
"You got to move"
"Larue Larue"
"Man for all seasons
"Heaven on earth"
"Say no to the devil"
"Hypnotation blues"
"Friend of the devil"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.