«...SOTTO IL VENTO E LE VELE - INCONTRO CON FABRIZIO DE ANDRE' - Andhira» la recensione di Rockol

Andhira - ...SOTTO IL VENTO E LE VELE - INCONTRO CON FABRIZIO DE ANDRE' - la recensione

Recensione del 01 apr 2004 a cura di Davide Poliani

La recensione

Inserendosi nell'ormai nutrito filone dei tributi monografici, i sardi Andhira con "...sotto il vento e le vele" rendono omaggio all'opera di Fabrizio De André - forti del placet della Fondazione omonima e di Dori Ghezzi. Il trio vocale composto da Elena Nulchis, Patrizia Rotonda e Cristina Lanzi, accompagnato dai musicisti Luca Nulchis al piano e Giancarlo Marranca alle percussioni, filtra con la propria sensibilità, indissolubilmente legata alla tradizione isolana, il repertorio del grande cantautore. Viene rispettata la lezione originale, ma viene anche fatto un importante lavoro sugli arrangiamenti, realizzati utilizzando lo stile musicale etnico della Sardegna.
Apre le danze la delicata rilettura di "Rimini", che mette subito a fuoco lo spirito dell'operazione: denudare la struttura dei brani per lasciare spazio alle atmosfere create sapientemente dalle voci delle tre cantanti, accompagnate in maniera molto discreta ma estremamente efficace da una sezione strumentale ridotta all'osso. Scorrono quindi, tra le altre, "Disamistade" e "Amore che vieni, amore che dai", fino ad arrivare alla strumentale "Smisurata preghiera" e "La guerra di Piero" (inframmezzata da un suggestivo interludio).
Strumentalmente e tecnicamente impeccabili, gli Andhira sono bravi nel reintepretare un repertorio così importante senza peccare di presunzione: nonostante - a tratti - si abbia come l'impressione che il gruppo si lasci prendere un po' la mano, sembrando forse un po' troppo compiaciuto, il lavoro della band sarda è più che valido, e rende un ottimo servizio agli indimenticabili brani originali. Un disco consigliato - più che agli amanti di De André tout court - agli amanti della world music, (troppo) spesso costretti, negli ascolti, a sacrificare la qualità dei brani in favore delle atmosfere. Qui, oltre alla forma, c'è anche la sostanza. E si sente.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.