«AUF DER MAUR - Melissa Auf Der Maur» la recensione di Rockol

Melissa Auf Der Maur - AUF DER MAUR - la recensione

Recensione del 11 feb 2004 a cura di Gianni Sibilla

La recensione

Ci sono artisti che sono qualcosa di più di semplici comprimari, anche se sembrano messi lì come “spalle”. Ci mettono tempo a trovare la forza per diventare solisti, e quando ci riescono i primi passi li vedono spesso veleggiare in una sorta di limbo in cui producono dischi piacevoli, ma dall’identità ancora poco definita.
E’ il caso di questo disco, che segna il debutto solista della ex bassista di Hole e Smashing Pumpkins, già alter ego di Courtney Love e Billy Corgan nell’ultima fase della carriera del gruppo di Chicago. A tratti, vedendo questi gruppi in azione, veniva il dubbio che Melissa Auf Der Maur fosse una sorta di figurante, utilizzata soprattutto più per le sue doti estetiche di bella figliola che per le sue capacità artistiche. Invece, questo “Auf Der Maur” dimostra che la ragazza ci sa fare. Sa scrivere canzoni, e la sa mettere in piedi in maniera egregia, arrangiandole come si deve. Forse non sa ancora essere originale fino in fondo, e questo è il suo limite.
“Auf Der Maur” è un piacevole disco di rock moderno, che sembra un concentrato delle esperienze passate della musicista canadese. In “Lightning is my girl” o “Followed the waves” trovate echi chiarissimi delle Hole del periodo “Celebrity skin”: rock sospeso tra schitarrate e melodie pop. Alcune progressioni sembrano venire dritte dal bagaglio degli Smashing Pumpkins. Mentre in “I’ll be anything you want” si sente la mano degli amici Queens Of The Stone Age, fino quasi a sembrarne una versione al femminile.
La stessa Melissa, peraltro ha spiegato nella recente intervista a Rockol (vedi news) che questo album è una sorta di lavoro collettivo a cui hanno alcuni amici/illustri colleghi come Chris Goss e Josh Homme, l’ex Marilyn Manson, Twiggy Ramirez, James Iha (Smashing Pumpkins) e Eric Erlandson (Hole). E questo conferma che forse la ragazza deve crescere ancora un po’, in termini artistici. Gli inizi sono più che confortanti, e questa è già una buona base su cui iniziare.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.