«IT HAD TO BE YOU... THE GREAT AMERICAN SONGBOOK - Rod Stewart» la recensione di Rockol

Rod Stewart - IT HAD TO BE YOU... THE GREAT AMERICAN SONGBOOK - la recensione

Recensione del 15 dic 2002

La recensione

Lo swing è definitavmente tornato di moda. Se ci si dedica anche Rod Stewart, uno che ha sempre avuto un notevole fiuto nello scegliere canzoni e generi da interpretare, vorrà pur dire qualcosa…
Rod, questa volta, arriva un po’ in ritardo: un anno dopo la bella collezione di Robbie Williams dedicata al Rat Pack, “Swing when you’re winning”. Il quale fece una scelta, se vogliamo più filologica, interpretando le canzoni in modo molto vicino alle versioni di Sinatra e soci, anche grazie ad una voce cristallina.
Stewart, da par suo, ha fatto scelte diverse, nell'interpretare alcuni brani storici del canzoniere americano, forse perché conscio di avere una voce decisamente più rock e teoricamente meno adatta ad un repertorio di questo genere. Un notevole contributo arriva anche dagli arrangiamenti, meno swing nel senso più puro del termine, e più vicini ad una forma che non dimentica il jazz ma che è più semplicemente contemporanea. Così, sentire la voce roca del Nostro, che canta “They can’t take that away from me”, “The nearness of you” o “It had to be you” fa il suo bell’effetto, esattamente come può succedere quando una grande voce canta grandi canzoni. Poche sorprese, ma il bello sta proprio qua.
Insomma, un disco piacevole, adatto sia a chi apprezza la voce di Stewart, sia a chi ha più semplicemente voglia di riascoltare nuove versioni di una manciata di canzoni che hanno fatto la storia della musica popolare contemporanea.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.