«ALL TEN FINGERS - Andy Votel» la recensione di Rockol

Andy Votel - ALL TEN FINGERS - la recensione

Recensione del 18 gen 2003 a cura di Davide Poliani

La recensione

Spiazza decisamente l'esordio discografico di Andy Votel, apprezzato produttore e DJ nonché boss - insieme a Badly Drawn Boy - della Twisted Nerve, piccola etichetta di culto della scena neo-pop albionica. "All ten fingers" confonde, al primo ascolto, perché porta ad un livello ancora più avanzato, se è possibile, il discorso già intrapreso da Damon Cough e compagnia, ovvero quello di ritarare i canoni "popular" ad un gusto ed una sensibilità più attuale. Nello specifico, Andy prova a sposare le classiche armonie pop alle ritmiche dell'elettronica odierna, sfruttando appieno la sua padronanza dei processi di cut and paste e mixaggio, per offrirci un disco sì fresco, ma anche complesso e a tratti difficilmente decifrabile. Votel, che di esperienza sulle spalle ne ha parecchia ed un certo gusto l'ha visto crescere (se, addirittura, non ha contribuito in prima persona a formarlo), riesce a dare forma ad un puzzle senza però forzare l'unione delle tessere. Dà prova - semmai ce ne fosse bisogno - di una classe decisamente fuori dal comune. Ma, stranamente, a tratti si ha l'impressione che "All ten fingers" voglia mettere troppa carne al fuoco, proiettando l'ascoltatore in un caleidoscopio di suoni e stili certamente affascinante ma altrettanto dispersivo: inserti chitarristici che inseguono riff sintetici ("Questions & sighs", ad esempio), rumori che irrompono in voci "montate", divertissement acustici e quant'altro aggiungono fascino all'album come opera concettuale, ma lasciano chi ascolta a fare i conti con la sgradevole sensazione di trovarsi davanti ad un esercizio stilistico. Niente di male, sia chiaro, ma a chi uno stile l'ha (quasi) inventato sembra leggittimo chiedere di più.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.