«AMERICA TOWN - Five For Fighting» la recensione di Rockol

Five For Fighting - AMERICA TOWN - la recensione

Recensione del 08 mar 2002 a cura di Diego Ancordi

La recensione

“America Town”, secondo album di John Ondrasick, alias Five For Fighting, giunge alla portata dei nostri padiglioni auricolari un anno e mezzo dopo la sua pubblicazione negli Stati Uniti. Oltre che compositore, Ondrasick è anche chitarrista e pianista. E proprio sul pianoforte si sviluppa il brano d’apertura “Easy tonight”, bella ballatona rock dalle splendide aperture melodiche, che scopriremo poi avvicendarsi lungo tutto l’arco del disco. La buona propensione melodica sembra essere il punto di forza dell’autore, che si dimostra piuttosto bravo anche in fase compositiva, dando alle canzoni strutture mai statiche e la giusta tensione. La tensione lirica raggiunge il suo massimo nella disperata dolcezza per voce piano e archi di “Jainy”, ma c’è spazio per le atmosfere notturne di “Michael Jordan”, per quelle agrodolci del singolo “Superman (It’s not easy)” e per quelle ruvide di “Boat parade”.
Prodotto da Greg Wattenberg e mixato da Jack Joseph Puig (Beck, Counting Crows, Goo Goo Dolls, Semisonic), “America town” è un ottimo disco rock che cresce ad ogni ascolto e che racconta i sentimenti e le sfumature dell’umano attraverso i personaggi di storie sofferte. Composto da una dozzina di canzoni affascinanti e di sicura presa, l’album non cade mai nel banale anche se non è privo di riferimenti. Ondrasick deve qualcosa ai Pearl Jam (soprattutto nel cantato, dove la voce dell’autore ricorda spesso quella di Eddie Vedder) come a Elton John (ascoltate le melodie di “Superman” o di “The last great american”), ai Nirvana (“America Song”) come ai Verve (“Something about you”) o agli Who (“Love song”).I Five For Fighting non si fanno problemi nemmeno quando deve sconfinare nel pop, perchè lo fa con assoluta dignità e anzi con risultati eccellenti. Questa varietà di componenti non toglie dunque personalità alla proposta e fa di “America Town” un disco il cui ascolto è in grado di soddisfare un pubblico abbastanza eterogeneo. Qualcuno, senza accorgersene, se ne potrebbe anche innamorare.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.