«RADIO ZOMBIE - Negrita» la recensione di Rockol

Negrita - RADIO ZOMBIE - la recensione

Recensione del 12 nov 2001

La recensione

Il rock è un fuoco sacro e per vederne la luce occorre crederci sino in fondo. Lo sanno bene i Negrita, che, a più di due anni dall'exploit tanto redditizio in termini di audience di "Reset" (oltre centomila copie vendute e un singolo, "Mama maè", tema conduttore del film "Così è la vita" di Aldo, Giovanni e Giacomo), a questa regola imprescindibile non vengono meno neppure con l'ultimo loro cd "Radio Zombie". Tutto qui? Beh, non proprio. Perché, a quanto pare, per "Radio Zombie" il parto è stato tutt'altro che facile. Si sa, il successo, quando arriva, cambia la pelle. Nel caso dei Negrita, ha portato soprattutto dubbi e incertezze: continuare lungo la propria strada o cedere a facili compromessi? La risposta è tutta in questo disco, ennesimo atto d'amore del gruppo di Arezzo per la fiaccola del rock più puro, scritto, registrato e uscito dopo mesi di prove e impasse creativa. Dunque, ben vengano queste dodici canzoni: 52 minuti di musica ritrovata, suonata con grinta e passione, a tratti forse un po' ossessiva, ma sempre con il marchio forte della sincerità, al quale ormai da tempo, maturi e consapevoli sia dei propri pregi che dei propri limiti, i Negrita ci hanno abituato. Tra citazioni più o meno evidenti, si comincia così con le chitarre affilate di "1992", per poi passare all'accattivante melodia di "Bambole" (primo singolo dell'album), all'incedere grintoso di "Alienato", al testo disincantato di "Non ci guarderemo indietro mai". Non mancano neppure ballate semplici e dirette come "Hemingway", "Luna" (un po' Ligabue e un po' U2), "Aria" (forse il brano più riuscito del disco, con un'atmosfera eterea e malinconica) e "Prima del grande giorno", che per certi versi ricorda lo spirito dei pezzi scritti per "Così è la vita". Il finale spetta al rock psichedelico di "Radio Zombie 1 & 2": doveroso omaggio al passato ("voodoo music from the stars, voodoo music comes from Mars...") per un'immaginaria radio dedicata a tutti gli appassionati del sacro fuoco.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.