«COLD METAL PERFECTION - Nic Endo» la recensione di Rockol

Nic Endo - COLD METAL PERFECTION - la recensione

Recensione del 25 set 2001

La recensione

“Cold metal perfection” è da considerare il primo, vero lavoro da solista sulla lunga distanza di Nic Endo, forse l’anima più cyber punk e anarchica del progetto Atari Teenage Riot. Poche parole si possono spendere per questa artista dalle origini asiatiche. Le undici tracce che caratterizzano il disco sono classificabili sotto un certo tipo di elettronica minimale, fatta di campioni, tastiere e vibrazioni elettriche dal carattere angosciante. Si comincia con il caos cibernetico di “Man-eater”, il cui andamento ricorda un computer impazzito o le scene più caotiche del cult movie “Tetsuo, l’uomo d’acciaio”. Non lascia speranza, né spiragli di gioia la musica di Nic Endo, solo desolazioni e paesaggi marziani, abitati da frequenze paranoiche. “The program and the brides”, “Mask identity” e “Le sacrifice” girano nel lettore in maniera lenta e sterile, lasciando l’ascoltatore senza parole e completamente in balia della solitudine di poche note messe a caso. “I didn’t exist” aumenta il ritmo ma non cambia assolutamente l’umore, messo ulteriormente (e completamente) K.O. da “Neon sunrise”. Anche il resto del disco prosegue senza colpo ferire, in una squallida rappresentazione dell’alienazione dell’individuo in una società post-moderna e industrializzata.
Completamente no-sense anche il video diretto da Phillip Virus allegato al CD, tratto dal precedente “White heat”.
Bastano poche parole e poche note per giudicare questo mero esercizio di elettronica e tastiere: un vero fallimento. Preferiamo di gran lunga la sensuale Nic quando si cimenta con gli Atari Teenage Riot, combo certamente più ispirato e destabilizzante. Per quanto riguarda la sua carriera solista, beh…stendiamo un velo pietoso. Vedere asciugare la vernice su di un muro è certamente più eccitante.


(Angelo Ferrari)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.