«MAMBO KINGS - Artisti Vari» la recensione di Rockol

Artisti Vari - MAMBO KINGS - la recensione

Recensione del 01 set 2001

La recensione

Arrivano dallo sviluppo del son la potenza e la fortuna del mambo, sulle cui onde le orchestre cubane spadroneggiarono in Messico e negli Stati Uniti, per non dire nel resto del mondo, negli anni ’40. Personaggi storici come Tito Puente, Tito Rodriguez, Perez Prado, Machito hanno gettato le basi di un genere che ha conquistato ben presto appassionati e ballerini di tutto il mondo. Il mambo sinonimo di danza pazza è, in questa raccolta di grandi orchestre, ottimamente rappresentato, e di fatto, anche nell’iconografia cinematografica, estro e fantasia si connettono perfettamente alla gioia di celebrare l’eterno rito del ballo come seduzione. Si tratta di una musica comune, come il son, altamente democraticizzata, nel senso che i temi proposti in questa raccolta sono popolari e tuttavia non esauriscono minimamente il repertorio di una musica che è fatta di struttura e variazioni sul tema. Ballarla è anzitutto un piacere, ascoltarla fa respirare un clima di festa a cui è difficile resistere, ascoltarne i testi non può che farne dall’apprezzare l’ironia, l’energia e i maliziosi ammiccamenti spesso sottintesi tra le righe. Una musica che riporta indietro nel tempo, a quando, negli anni ’40 e ’50, le orchestre jazz scoprirono e divulgarono tutto il patrimonio musicale e ritmico del mondo latino americano. Patrimonio che conserva ancora oggi un grande fascino, come sottolineato da film come “The mambo kings” – con Antonio Banderas – e dall’attualità della musica, riscoperta e riciclata in salsa milionaria dall’impunito Lou Bega.

(Luca Bernini)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.