«FESTA DEI NATI IN MAGGIO - Eh?» la recensione di Rockol

Eh? - FESTA DEI NATI IN MAGGIO - la recensione

Recensione del 24 mag 2001

La recensione

Il vestito della canzone sta un po’ stretto agli Eh? (a cui a quanto pare stanno stretti anche i nomi “normali”). Hanno rotto, ora pagano e i cocci sono i loro, ma erano proprio quelli che volevano. E’ la forma-canzone a essere mandata in frantumi, i pezzetti però non sono gettati nel cestino, ma messi insieme. L’oggetto originario ora porta i segni della colla usata per rimetterlo insieme e non tutti i frammenti sono al loro posto originario.
Tre anni e mezzo ci sono voluti agli Eh? per rifare un disco, dopo l’esordio nell’ambito del Consorzio Produttori Indipendenti, morto e sepolto già da qualche tempo. Ma in qualche modo forse quell’esperienza è sopravvissuta a se stessa e ora vaga nell’underground musicale italiano. Questo disco è una delle testimonianze, uno dei rivoli che parevano essersi prosciugati e invece ci sono ancora.
L’inventiva abbonda anche se è la stessa di vari modelli anglosassoni ma soprattutto italici, tra questi ovviamente proprio quella dei gruppi storici del Consorzio. Basta mettere su il CD e già l’intro d’elettricità distorta è talmente scontato da essere ormai una sorta di griffe. La stessa voce femminile per quanto adeguata è simile a mille altre nell’interpretazione.
Sicuramente sono punti in meno per il gruppo romagnolo, ma tutto sommato il disco ha una sua forza e credibilità, con alcuni tratti decisamente godibili. I testi sono sfuggenti, un po’ come tutto il disco. Colpisce particolarmente “Genio militare” (a tutti gli effetti uno degli episodi più significativi dell’intero lavoro), che attacca il servizio militare mettendo in sequenza una serie di classici atti di nonnismo. Il fatto che a cantare sia una donna contribuisce a rendere il pezzo particolarmente straniante.
Rispetto all’esordio discografico gli Eh? alleggeriscono e comunicano di più. Ora il passo successivo dovrà essere quello di mettere insieme le cose secondo la propria personalità. Le lezioni che hanno imparato bene hanno senso solo se vengono utilizzate come basi da rivoltare.
Ultima nota: il capolavoro del disco sta alla fine, nella chiusura dell’ultima “canzone”, che spiega anche il nome del gruppo.

(Francesco Casale)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.