«GREATDELAY - Shantel & Bucovina Club Orkestar» la recensione di Rockol

Shantel & Bucovina Club Orkestar - GREATDELAY - la recensione

Recensione del 06 mag 2001

La recensione

Se è vero che la nuova lounge music è l'ideale colonna sonora dei nostri party e delle nostre chiacchiere da dopocena, è altrettanto vero che il tedesco Shantel è il designer d'atmosfere che ci mancava. Deejay scafato e abile manipolatore di suoni (lui stesso lo definisce "delaying of sound": suono ritardato e reiterato che diventa di per sè uno strumento), con "Greatdelay" è riuscito a combinare archi, chitarre e fiati con i "beats" e i "grooves" minimalisti. Ne è prova "L'intro" che mette subito in chiaro la sua missione elettronico/acustica: una bossanova sintetica con quartetto sinfonico e chitarre. Da qui prende il via un viaggio fra etnia e technopop (non a caso l'album è stato inciso a Tel Aviv, città che Shantel definisce un'interfaccia tra Oriente e Occidente) che evidenzia due autentici capolavori: "Backwood", geniale fusione dell'Eumir Deodato di "Also sprach Zarathustra" e di "Oye como va" targata Tito Puente, e la conclusiva "Tiens" placidamente governata dal pianoforte. In mezzo, momenti musicali d'assoluta classe: funky & dub ("Crystal"), reggae cibernetico ("Believe), bizzarrie pop-funk in stile Tom Tom Club ("Want"), bossanova jazzata ("Delay"), sinfonia glaciale ("View") e orientalismi sparsi con giudizio ("Shelter"). Ad impreziosire questo easy listening che è già proiettato nel futuro, c'è la splendida voce di Efrat Ben-Zur.

(Stefano Bianchi)

TRACKLIST

01. L'intro
02. Inside
03. Backwood
04. Crystal
05. Believe
06. Want
07. Whatever
08. Delay
09. The baby
10. View
11. Shelter
12. Stefan cel mare
13. Tiens
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.