«SUPER SMELL - Mardi Gras» la recensione di Rockol

Mardi Gras - SUPER SMELL - la recensione

Recensione del 28 feb 2001

La recensione

“’Supersmell’ è un feeling particolare, qualcosa come il tuo film personale. Il mio ‘Supersmell’ ha un sapore tardo anni ‘60/primi anni ’70; un caldo, umido, afoso club alle 3 di notte. Ogni cosa è appicicaticcia e il posto è pieno di fumo. Un po’ di ghiaccio sciolto è tutto ciò che è rimasto nel mio bicchiere. Sono seduto su un lercio sofà di velluto, tappezzeria bordeaux, luci basse. Dalle casse esce un secco ritmo soul-disco. Una ragazza nera sta ballando in modo molto erotico sotto le luci stroboscopiche. Mi appoggio alla tappezzeria di velluto con la testa all’indietro e respiro profondamente”.
Ognuno ha il suo concetto di “Supersmell”: Doktor Wenz spiega così il suo in un’intervista pubblicata sul sito ufficiale del gruppo.
E’ evidente che se un locale proponesse musica di questo genere non potrebbe essere idealmente diverso da come lo ha dipinto Wenz. Ma l’ispirazione per questo disco da cinque stelle sembra provenire direttamente dalle strade di New Orleans, come lascia chiaramente intendere il nome della formazione: soul, swamp blues, rhythm and blues, funky, swing, lunge music, jazz e latin rock sono gli elementi che compongono lo stile della Mardi Gras. BB (dove BB sta per Brass Band), attualizzati dalla presenza di sample e di una buona dose di ironia.
I musicisti coinvolti in questa operazione sono prevalentemente tedeschi, ma il groove è quello classico delle brass band di New Orleans, anche quando rielabora la doorsiana “Riders on the storm”, la “Erotic city” di Prince o la “Baby elephant walk” di Henry Mancini: un miscuglio etno-soul-jazz e cascate di ottoni (ci sono 4 trombe, 2 sax/flauti e tre tromboni!): ritmi voodoo e riff di fiati pieni. Insomma, siamo nel pieno del “Mardi Gras”, il martedì grasso sui marciapiedi tra Bourbon Street e la Bamboo Road.
Alzate il volume e divertitevi!

(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.