«YOU WIN AGAIN - Van Morrison & Linda Gail Lewis» la recensione di Rockol

Van Morrison & Linda Gail Lewis - YOU WIN AGAIN - la recensione

Recensione del 10 gen 2001

La recensione

Ogni tanto Van Morrison si prende un po’ sul serio: nulla di meglio che una signora in stivaloni che gli metta in testa un cappello da cowboy e gli faccia passare tre quarti d’ora di puro divertimento tra boogie e country and western. Non è nulla di più, questo disco che farà conoscere a un po’ di gente il nome della sorella del "killer" Jerry Lee Lewis. I due si sono incontrati a una convention di fans del leggendario rocker, e la signora, da sempre nella sua ombra ma apprezzata performer nei circuiti dei nostalgici, esce finalmente allo scoperto cimentandosi in una serie di standard insieme all’irlandese col vocione. Certo, ogni tanto alcuni di questi classici sembrano diventare brani di Van Morrison invece che "cover", anche perché la voce da "american chick" di Gail a tratti viene un po’ sovrastata (lei si giustifica dicendo: "Da un momento all’altro mi sono trovata in studio a cantare, suonare il piano, leggere i testi delle canzoni e tenere d’occhio Van Morrison, tutto contemporaneamente"). Ma quello che conta è il clima evocato, anche grazie al fatto che il disco è stato inciso in presa diretta, come quando tutti e due erano piccini, e quando la grande musica nasceva in un paio di giorni e non un paio di mesi di studio e alchimie… Così, si comincia da "Let’s talk about us", scritta dallo stesso Otis Blackwell che firmò "Great balls of fire", per poi accelerare, pestando sul piano, in un più che convincente revival dei bei tempi andati, soprattutto omaggiando Hank Williams, del quale vengono eseguite ammiccanti versioni di "Jambalaya", "You win again" e "Why don't you love me". Quando il piano sembra prendere fuoco è in "Old black Joe", di Stephen Foster; divertente invece l’esercizio di stile di Morrison, "No way Pedro", composta per l’occasione.

(Paolo Madeddu)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.