«THE TENTH ANNIVERSARY COLLECTION - Masters At Work» la recensione di Rockol

Masters At Work - THE TENTH ANNIVERSARY COLLECTION - la recensione

Recensione del 14 gen 2001

La recensione

Kenny Dope Gonzales e Little Louie Vega si rifanno vivi, a soli tre mesi di distanza da "The tenth anniversary part one", con la seconda parte di un mega progetto con cui si celebrano i loro dieci anni di attività. Un cofanetto di quattro CD che si va ad accostare al primo (pure quattro CD, dedicati ai loro primi cinque anni di attività). Album densi di successi, contenenti remix di musicisti dai nomi altisonanti (Luther Vandross, Incognito, George Benson, Roni Size, Daft Punk, Mel B, Ultra Nate). Quattro CD in cui, a differenza di quelli inclusi nel primo cofanetto, i Masters At Work (ultimamente noti anche come Nu Yorican Soul) mettono a fuoco la loro idea di musica, quella che li ha fatti diventare un duo osannato da molti e che ha permesso loro di essere, all'interno della scena dance, un gruppo all'avanguardia. Nell'arco delle 33 tracce incluse non c'è più traccia delle ossessioni dei singoli (l'hip hop per Kenny Dope, la musica latin per Louie Vega). E così si dipana in tutta la sua interezza una musica dance (house per meglio dire) in cui l'elemento vocale, riscoperto dalla scena attuale, è centrale all'interno del brano. Ben prima dei così detti fautori della "Leftfield house" i Masters At Work accostano, con grande lungimiranza, ritmi latini, da sempre nel loro codice genetico. E in anticipo sugli altri usano da tempo quelle sonorità disco music che oggi sono state riscoperte da molti: lo fanno per distinguersi dalla house incolore, digitalizzata e disumana. Un pezzo di storia della dance da non perdere.


(Gianpaolo Giabini)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.