«MARDI GRAS MAMBO - Cubanismo» la recensione di Rockol

Cubanismo - MARDI GRAS MAMBO - la recensione

Recensione del 02 gen 2001

La recensione

Il retro di copertina di questo disco mostra una cartina con una rotta di navigazione segnata: dall’Avana a New Orleans (ragazzi, un sogno!), ovvero il viaggio che il gruppo ¡Cubanismo! ha intrapreso con questo lavoro. Una commistione tra la salsa cubana e il sound meticcio di New Orleans.
Il jazz e il rhythm and blues di New Orleans sono “disturbati” da incursioni africane e latineggianti e la musica popolare cubana si è evoluta nella salsa e nel latin pop. Mettiamo tutto insieme e otterremo il contenuto di “Mardi Gras Mambo”, l’album in cui ¡Cubanismo! si inserisce fra i suoni provenienti da ogni angolo del mondo e confluiti nell’aria che si respira a Bourbon Street.
Il progetto ha preso progressivamente forma a partire dalla fine del 1998, quando l’idea venne al leader Jesùs Alemañi e al produttore Joe Boyd. Nel settembre 1999 sono iniziate le sessions, che hanno coinvolto musicisti attivi nelle due città messe a artisticamente a confronto e l’estate scorsa è uscito questo cd a tinte forti, a tratti irresistibile. Classici di New Orleans come la title-track, la “Mother in law” di Allen Toussaiunt o la “Shallow water suite” comprendente “Iko Iko” vengono arricchite da spunti salseggianti sia nel cantato che nelle ritmiche. Il risultato è una miscela fra jazz, black music e salsa, derivata direttamente dal “Mardi Gras”, il martedì grasso del carnevale di New Orleans, con il suo fascino oscuro e festoso sospeso fra allegria sfrenata e riti voodoo, fiati a mille e ritmo pieno, musica bianca e nera, jazz, soul, mambo e cha cha cha.

(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.