«BOOTLEG DETROIT - Morphine» la recensione di Rockol

Morphine - BOOTLEG DETROIT - la recensione

Recensione del 15 dic 2000

La recensione

“Il giorno in cui qualcuno mi spiegherà con precisione cosa è rock e cosa è jazz, forse potrò avere un’opinione al riguardo. Per me rock e jazz sono due parole vuote, senza senso”. In questa dichiarazione di Mark Sandman, scomparso bassista fondatore dei Morphine, c’è tutto lo spirito con cui il gruppo americano affronta la materia musicale, smaterializzandola e ricreandola secondo i propri canoni estetici. Suoni scarni eppure ricchissimi vengono prodotti da una formazione quantomeno insolita, composta da basso a due corde, batteria e due sax suonati contemporaneamente; ecco l’alchimia in cui rock d’avanguardia, jazz, rhythm and blues creano un genere ibrido che Sandman rivendica a discapito di definizioni ben più canoniche. Questo primo live ufficiale del trio di Boston è stato registrato il 7 marzo 1994, durante il tour che seguì l’uscita del secondo album “Cure for pain”, e rende bene l’idea dell’ironico mélange sonoro e delle particolari atmosfere prodotte durante un ottimo show a Detroit. Anche il fatto che l’album sia stato registrato da un fan durante l’esibizione alla St. Andrew’s Hall, e poi “ufficializzato”, segue la linea di “rottura” intrapresa da Sandaman & C.. Il repertorio riguarda ovviamente i due primi lavori “Good” (“Claire”, “”You look like rain”) e “Cure for pain” (“Head with wings”, “Mary won’t you call my name?”), quello che creò sconcerto fra critica e pubblico. Album imperdibile per chi cerca qualcosa di realmente “alternativo”.


(Diego Ancordi)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.